NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Aci e Anas: via al piano di vigilanza per esodo festivo

Aci e Anas: via al piano di vigilanza per esodo festivo
da in Aci, Anas, Codice della strada, Incidenti Auto, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Esodo vacanze

    Resta sempre l’auto il mezzo prescelto dagli italiani quando vanno in ferie almeno all’interno del territorio nazionale è quanto emerge da un documento redatto insieme da Anas e Aci presentando il Piano anti esodo.

    Ciò comporterà per l’Anas un’azione di maggiore vigilanza su tutte le strade così come sono previsti anche rimozioni di cantieri aperti per consentire al meglio il traffico veicolare

    “L’auto – ha dichiarato il Presidente dell’Aci Enrico Gelpi – rimane il mezzo privilegiato per le vacanze. Viene utilizzato dal 73 per cento degli italiani e dal 62 per cento dei turisti stranieri che entrano nel nostro Paese. C’è quindi una domanda di mobilità in sicurezza che rende prioritari l’adeguamento della nostra rete stradale e il superamento di alcune criticità che diventano ancora più evidenti nel periodo estivo, a cominciare dall’inadeguata dotazione di infrastrutture e dalla scarsa integrazione tra le diverse modalità di trasporto. La collaborazione tra Aci e Anas va oltre l’impegno di fornire assistenza, informazione e servizi agli automobilisti che si sposteranno nei prossimi giorni.

    Aci e Anas lavoreranno insieme per l’attività di analisi dell’incidentalità stradale finalizzata alla rimozione dei cosiddetti punti neri delle strade e per migliorare anche la sicurezza nelle gallerie”.

    Ovvio che il piano congiunto dei due Enti è volto a minimizzare al massimo i disagi ed in questo, anche in ambito alla sicurezza stradale, verranno coadiuvati da Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Carabiniere, Corpo Forestale e Vigili Urbani.

    Questi i riferimenti messi a disposizione dall’ACI per avere servizi ed assistenza ed info per le condizioni di viabilità: numero verde 803.116. Allo stesso numero è possibile richiedere l’assistenza su strada. Con i suoi 5.000 addetti e 3.500 mezzi di intervento, la “Task Force” dell’Aci assicura sia il dépannage per far proseguire il viaggio dopo la riparazione sul posto e sia il soccorso stradale con il trasporto del veicolo alla più vicina officina meccanica

    383

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AciAnasCodice della stradaIncidenti AutoMondo autoSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI