NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Acquisto auto: gli europei scelgono quelle che consumano meno

Acquisto auto: gli europei scelgono quelle che consumano meno
da in Blocco traffico, Mondo auto, Sciopero benzinai, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Inquinamento Auto

    Si è assistito nell’ultimo decennio in particolare, ad uno spostamento da parte degli automobilisti del parametro di valutazione ritenuto prioritario riguardo la scelta di un’auto, al punto che, secondo un recente sondaggio effettuato in cinque Stati Europei, Italia, Francia, Spagna, Regno Unito e Germania, sarebbe emerso che su 100 automobilisti prossimi ad acquistare un’auto, ben 60 lo fanno tenendo ben presente, al punto da condizionarne la scelta, i consumi dell’auto che stanno per scegliere.

    C’è di più, l’età e la scolarizzazione sociale sono elementi non discriminanti nella scelta, avendo assistito dopo il sondaggio, ad una omogeneità di risposte nella percentuale di cui sopra alla ricerca dell’auto dai bassi consumi. Fatto che si è ancor più palesato in Italia, non a caso abbiamo benzina e gasolio fra i più alti d’Europa, dove le risposte verso l’auto più “risparmiosa” in fatto di consumi, sono state le maggiori. A questo primo parametro segue la sicurezza stradale dell’auto prescelta, l’inquinamento che la vettura determina nell’ambiente ed il confort.


    Dunque, secondo l’Associazione Amici della Terra, che ha condotto il sondaggio, si rivelerebbe l’attuale pubblicità promossa dalla maggior parte delle Case automobilistiche del tutto in controtendenza con quanto poi, nei fatti, ricercano i consumatori, dove l’auto, almeno secondo quanto sbandierato da chi la produce, verrebbe scelta in larga parte rispondendo a leve emozionali di carattere edonistico.

    Il sondaggio ha anche palesato una situazione italiana in controtendenza con quanto avviene in Europa, ovvero, l’attenzione dei nostri connazionali all’impatto ambientale che l’auto determina è ancora bassa; ciò nonostante, come si vede dalle risposte, tale aspetto abbia assunto quella rilevanza che l’ha fatta assurgere al terzo posto delle motivazioni di scelta di un’auto, troppo poco, solo 7 automobilisti su 100 considerano pregnante di significato quest’aspetto, i nostri “cugini” europei lo considerano sensibile in ragione del 26%, segno che in Italia non abbiamo ancora maturato una coscienza del tutto ecologica? Forse!

    Il sondaggio rivela infine come vi sia una opinione pubblica sostanzialmente favorevole a una politica europea che imponga ai costruttori auto obiettivi stringenti per la produzione e commercializzazione di vetture a consumi ridotti senza tema di ripercussioni sull’economia dei singoli paesi.

    438

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoMondo autoSciopero benzinaiSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI