Addio agli specchietti retrovisori? Negli Usa, telecamere obbligatorie dal 2018

Addio agli specchietti retrovisori? Negli Usa, telecamere obbligatorie dal 2018

Il futuro dell'auto è senza specchietti retrovisori? Negli Usa si discute di telecamera supplementare e sostituzione degli specchietti con schermi dentro l'abitacolo

da in Sicurezza Stradale, Sistemi di sicurezza
Ultimo aggiornamento:

    Hyundai Intrado Concept, Salone di Ginevra 2014   04

    A ogni concept car presentata ai saloni internazionali non mancano le accattivanti, quanto irrealistiche, telecamere al posto degli specchietti retrovisori. Puntualmente, poi, nel passaggio dalla pedana alla catena di montaggio, si ricorre alla tradizione ultracentenaria degli specchietti.
    Negli Usa c’è chi spinge per consentire l’adozione di telecamere sui modelli di serie, tanto da avanzare una petizione alla NHTSA. Tesla, insieme ai lobbisti che seguono gli interessi dei costruttori a Washington, ha proposto il cambiamento, sostenendo diverse ragioni valide per l’approvazione.

    Da un lato c’è l’efficienza aerodinamica, cruciale per chi come Tesla produce auto elettriche: ogni risparmio in termini di penetrazione aerodinamica significa automaticamente un risparmio di energia, con riflessi sull’autonomia di marcia. Indubbiamente tra i vantaggi c’è anche la riduzione della rumorosità e delle turbolenze alle velocità autostradali, per non parlare della possibilità di avere un campo visivo decisamente più ampio, senza angoli bui.

    Ma c’è il rovescio della medaglia, anzitutto un proliferare ulteriore di schermi dentro l’abitacolo, che per non snaturare eccessivamente le abitudini di guida dovrebbero restare collocati alle estremità della plancia.

    Poi cosa ne sarà degli automobilisti più in là con l’età e la loro prontezza a recepire le nuove tecnologie? Tra gli eventuali intoppi va considerata anche l’affidabilità dell’elettronica contro un dispositivo fisico: in caso di malfunzionamento si resterebbe al buio.

    Cosa ne sarà della proposta è prematuro dirlo, anche se non ci sembra uno dei problemi principali del mondo automotive. Fatto sta che la stessa NHTSA ha previsto l’obbligo, a partire da metà 2018, per i costruttori di implementare a bordo una telecamera che trasmetta le immagini in manovra dentro l’abitacolo, andando ad assistere quella che è la visuale assicurata dagli specchietti.
    Il provvedimento nasce da una statistica che vede ogni anno molti decessi, soprattutto tra i bambini, in seguito alle manovre in retromarcia.

    Fabiano Polimeni

    349

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sicurezza StradaleSistemi di sicurezza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI