Motor Show Bologna 2016

Aixam Mega City: una vera city car e poco microcar

Aixam Mega City: una vera city car e poco microcar
da in City car, Microcar
Ultimo aggiornamento:

    L'AIXAM Mega City

    In occasione del decimo compleanno di presenza in Italia, l’Aixam Mega intende festeggiare la ricorrenza, presentando all’EICMA 2007, la Mega City.

    La vetturetta, ideale per i centri storici delle città, oltre ad essere a propulsione elettrica, si presenta con soluzioni tecnologiche e costruttive all’avanguardia, si pensi al basso impatto ambientale della Mega City che è costituita interamente da materiali biodegradabili al 100% .

    Inoltre, la vetturetta, si distingue nell’ambito delle microcar anche per via di una dotazione di serie assimilabile ad auto normali, si pensi ai sensori di retromarcia, all’autoradio laser cd con frontalino estraibile, ai cerchi in lega e, a richiesta, alla gran varietà di accessori, quali ad esempio i vetri colorati.

    Oltretutto, con Mega City, parrebbe essere stato superato il gap che confinava le microcar in un ambito che le voleva insicure perché sprovviste dei più importanti sistemi di sicurezza attiva e passiva, invece, in questa vettura, ritroviamo il nuovo sistema che evita che la vettura si muova, mettendola in moto con la marcia ingranata, inoltre la carrozzeria è costituita da particolari materiali che le hanno fatto superare anche i crash test più severi.

    Mega City ha una velocità massima di 64 km/h e 80 chilometri di autonomia, è omologata per due o 4 posti, a seconda delle versioni ed è offerta in colori vivaci e gradevoli e dispone di un bagagliaio, addirittura, di 900 litri, la vettura pesa 750 chilogrammi, ha una lunghezza di 2 metri e 90 centimetri ed è larga 1 metro e 47 centimetri.

    In effetti non si può parlare di microcar, avendo la Mega City caratteristiche comuni a vere e proprie city car, si pensi ai cerchi da 13 pollici di diametro che calzano pneumatici, 145/70 R13, al doppio circuito frenante, di tipo misto, dischi, anteriormente, tamburi al posteriore e alle sospensioni a 4 ruote indipendenti.

    Parliamo insomma di una vera e propria utilitaria elettrica ben rifinita e con equipaggiamenti molto ricercati, degni di auto di classe superiore.

    Peccato non conoscere ancora il prezzo di questa vettura.

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN City carMicrocar

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI