Al Motor Show di Bologna, anche quest’anno… non solo auto

Al Motor Show di Bologna, anche quest’anno… non solo auto
da in Motor Show Bologna 2016
Ultimo aggiornamento:

    Motor Show di Bologna

    Conto alla rovescia per la trentunesima edizione del Motor Show di Bologna che aprirà i battenti dal 7 al 17 dicembre e che da quest’anno assurge a miglior fama, potendosi equiparare per visibilità, ai più noti, forse, Saloni dell’Auto di Ginevra, Parigi, Francoforte e questo perché Bologna è stato inserito nel circuito dell’Oica.

    Del resto, era prevedibile che ciò accadesse, basti pensare che solo quest’anno il Motor Show conta 109 novità, 13 mondiali e 12 europee.

    A Bologna vedremo di tutto, dalla nuova Smart,alla Chevrolet Nubira diesel, cui faranno da cornice la nuova Ford C-Max e la Opel Astra 2007. E, per gli amanti delle sorprese, la Skoda, segretissima in attesa di scoprire i suoi veli e la Safari Dicor, nata dal connubio di Tata e Fiat e che dovrebbe montare un 2,2 litri cui dovrebbe essere affiancato un piacevole pick up. Da segnalare l’Auris Toyota e, sorprese delle sorprese…. una new entry nello scenario automobilistico italiano, la Dr che presenterà un’altra sorpresa tuta da scoprire.

    Non mancheranno le supercar come Lamborghini con la sua LP640, ma anche la bmw Serie 7 ad idrogeno e, in tema di salvaguardia dell’ambiente, grande lustro sarà dato a tutte quelle vetture che utilizzano di serie l’impianto GPL.

    Una cosa è certa, chi andrà a Bologna nei giorni del Motor Show e non vorrà perdere l’occasione per visitarlo, avrà il privilegio di assistere alle esibizioni di due grandi del Moto GP, Marco Meandri e Loris Capirossi che si esibiranno stavolta sulle quattro ruote, anzicchè sulle loro classiche due e, per l’occasione, sfodereranno la loro maestria esibendosi con una Seat Leon e un’Alfa Romeo 156, mentre Max Biaggi e la sua moto, Alex Zanardi con la sua BMW, saranno le successive attrattive in un poker di gare che polarizzeranno l’attenzione dei presenti, appassionati e meno appassionati e poi ancora rallysti e Mitomacchina, ovvero storia, futuro e tecnologia del design dell’automobile.

    E in tutto questo contesto, si inserisce anche la rivista Quattroruote coi suoi esemplari, passati presenti e futuri, presentati nella grande kermesse bolognese e rappresentati da Case automobilistiche del calibro di Alfa Romeo, BMW, Bugatti, Chevrolet, Chrysler, Citroën, Ferrari, Fiat, Ford, Jaguar, Lamborghini, Lancia, Lotus, Maserati, Mercedes-Benz, MG, Mini, Nissan, Pagani, Peugeot, Porsche, Renault, Rolls-Royce, Saab, Smart, Tatra e Volkswagen, coi loro modelli e prototipi e vecchie glorie di un passato neanche tanto lontano come Cisitalia, Jamais Contente, Hanomag, Iso Rivolta, Isotta Fraschini, Messerschmitt, NSU, Studebaker, Trabant, Voisin.

    Un mondo luccicante e quasi surreale, avvolti dalla musica di sottofondo e dalla policromia di colori nel riluccichio delle carrozzerie nuove di zecca che si rinfrange nei cristalli tersi delle auto esposte cui fanno da cornice splendide fanciulle in abiti succinti e in pose ammiccanti, in un’atmosfera irripetibile che farà della esperienza bolognese un’occasione irripetibile che ci si porterà dentro fra le cose importanti e belle della vita, che si spera di ripetere ad ogni occasione.

    899

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Motor Show Bologna 2016
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI