Alfa Romeo ad Auto e Moto d’Epoca di Padova 2015: l’evoluzione del Biscione [FOTO]

Alfa Romeo ad Auto e Moto d’Epoca di Padova 2015: l’evoluzione del Biscione [FOTO]
da in Alfa Romeo, Auto d'epoca, Auto e Moto d'Epoca, Auto sportive, Salone auto
Ultimo aggiornamento: Venerdì 16/10/2015 18:37

    Dopo le numerose anteprime mondiali , informazioni e foto ufficiali l’Alfa Romeo Giulia nella versione sportiva Quadrifoglio è pronta ad arrivare come una tra le protagoniste del Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova. Anche quest’anno è attesissima la partecipazione del brand italiano del Biscione che, tra l’altro, promette molto bene circa il suo stand espositivo. Assieme alla Nuova Giulia Quadrifoglio, quindi, sfileranno anche un esemplare di Giulia TI Super, una Giulia SS ed una Giulia GTA oltre poi alla versione TZ2. Ecco quindi che lo slogan del marchio italiano Alfa Romeo è la massima espressione della “meccanica delle emozioni”. Oltre a queste esclusive partecipazioni, viene esposta sullo stand anche una particolare Montreal Expo, nonché un omaggio del Gruppo FCA nei confronti dell’Expo 2015 di Milano.

    Alfa Romeo Giulia TI Super.aspx

    Andiamo ora ad analizzare una panoramica della storia delle vetture storiche presenti per il marchio di Arese. Iniziamo con l’Alfa Romeo Giulia “TI Super” concepita in appena 501 esemplari ed è proprio lei che dobbiamo considerare la “nonna” della futura Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio. Sono entrambi modelli sportivi che condividono quasi solamente il segmento di mercato, cioè quello delle berline tre volumi sportive altresì un segmento che ha preso il via dall’Alfa Romeo circa nel 1950 con la “1900″, sostituita poi con la Giulietta e con tutta quella serie di berline ad alte prestazioni che fanno parte del patrimonio storico e tecnico del marchio. La Giulia TI Super montava un propulsore 1570 di cilindrata forte di una potenza massima di 113 cavalli, una punta massima di 190 chilometri all’ora per un peso di 960 chili.

    Alfa Romeo TZ2

    Passiamo alla versione “GTA” e alla TZ2. Queste due varianti sono il simbolo per eccellenza dell’animo sportivo per l’Alfa Romeo di un tempo, specialmente per la gamma Giulia. Se la versione GTA proveniva dalla coupé di serie, la TZ2 si distingueva per esser estrema e del tutto unica nel suo genere, ma entrambe condividevano le competizioni. La Giulia “Sprint GTA” montava un motore da oltre 170 cavalli, mentre la TZ2, che tra l’altro fu realizzata in appena 9 unità, propone sotto al cofano un 1.6 bialbero che le fa raggiungere i 250 chilometri orari per via del peso ultracontenuto di appena 650 chili ed un’aerodinamica spaventosa.

    Alfa Romeo Giulia SS

    Si passa poi alla Giulia SS, nonché la sostituta della Giulietta Sprint Speciale. Il disegno del progetto venne realizzato dalla mano di Bertone e firmato da Franco Scaglione. Le prestazioni parlano di una velocità di punta di 200 chilometri all’ora sprigionati da un 1.6 di cilindrata.

    Alfa Romeo Montreal Expo

    Alla kermesse padovana troviamo infine l’Alfa Romeo Montreal Expo, forse la più esclusiva di tutto lo stand. Anche questo progetto porta il nome di Bertone, nasce nel 1967 proprio per omaggiare l’Expo di Montreal. Il modello in questione non ha mai preso il via alle vendite, è stato infatti realizzato in appena due esemplari, tanto il telaio quanto il motore sono quelli della Giulia, mentre la variante di serie montava un prestazionale “V8”.

    Arriviamo ai giorni nostri poiché in esposizione al Salone “Auto e Moto d’epoca 2015” di Padova viene messa sotto i riflettori anche la Nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio che fa pulsare sotto al cofano un potente 6 cilindri a “V” turbo benzina 2.9 di cilindrata con potenza di 510 cavalli, ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari e, per giunta, è il nuovo punto di riferimento del marchio. Le prestazioni finora ottenute parlano di una velocità massima di 307 chilometri orari, scatto da 0 a 100 km/h “bruciato” in appena 3,9 secondi ed una coppia massima di 600 Nm.

    814

    ARTICOLI CORRELATI