Ambulanze: anche questi veicoli di diritto nella storia dell’automobilismo

Ambulanze: anche questi veicoli di diritto nella storia dell’automobilismo
da in Auto d'epoca, Fiat 600, Mondo auto

    Perché associare l’ambulanza solo a fatti luttuosi…. Prima ancora che a tragedie, l’ambulanza è stata ed è motivo di speranza e, a volte, proprio perché la si associa anche a manifestazioni sportive, concerti e, comunque, ad eventi lieti, vederla, lì, in un angolo, discretamente posteggiata, che dire, riesce persino a rassicurare e a farci sentire più sicuri.

    Per questo e per via di tutti i progressi cui è stata fatto oggetto, questo veicolo, nell’ultimo secolo di storia, senza voler fare un trattato sulle autoambulanze, di fatto istituite nel XIII secolo, quella che un tempo veniva chiamata autolettiga, s’è conquistata un posto di diritto nella storia dell’automobilismo del mondo.

    Nelle foto che seguono, ci piace mostrarvela in questo lungo percorso relativo a mezzo secolo fa e per questo che iniziamo questo breve viaggio mostrando i mezzi di soccorso più importanti degli anni 50 e 60, in Italia, con particolare riferimento ad un superbo esemplare del 1950 che si riferisce ad una Lancia Ardea perfettamente restaurata.

    Ci riferiamo ad un modello immatricolato nel 1951 in uso alla C.R.I.. e che oggi è visibile al Museo della Croce Rossa Italiana di Camparone di Genova. La Lancia Ardea in questo allestimento, di colore beige-grigio, che all’epoca contraddistingueva le vetture in uso ai mezzi di soccorso della C.R.I. , si distingue per avere nella sommità del tetto una presa d’aria per il vano dove veniva trasportato l’infermo, inutile ricordare che all’epoca non esisteva il sistema di condizionamento delle auto d’uso comune.

    La vettura aveva, inoltre, la guida a destra, come negli autocarri del tempo, cambio a cloche a 5 marce, 2 posti più lettiga e stessa dotazione di serie del furgone Ardea, dal quale derivava.

    Come si vede dalle immagini, il vano soccorso non è dotato di alcuna attrezzatura sanitaria, perché, all’epoca, la priorità era quella di trasportare il ferito o l’ammalato in ospedale, senza alcuna opera sul posto e durante il tragitto da parte del personale medico e paramedico, al di là di qualche sommaria manovra effettuata senza l’ausilio degli strumenti.

    Nelle foto che seguono, altre ambulanze dell’epoca anni 50 e 60, dalla Lancia Appia 2 Serie, alla Lancia Artena del 1951 e, nello stesso periodo, circolavano le Fiat 1100 BL e 1100 Fissore, così come le 600 Multipla, attrezzata ad ambulanza e, più recentemente, le Fiat 1.500, rimaste in uso fino alla fine degli anni 60.

    413

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto d'epocaFiat 600Mondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI