Anibal Icon, la supercar canadese con sapore di Porsche [FOTO]

Tecnica Porsche 911, carrozzeria in fibra di carbonio, così Anibal Automotive vuole realizzare una supercar made in Canada

da , il

    Anibal Automotive si lancia nella creazione di un progetto ricercato, una supercar che promette di girare sotto i 7 minuti al Nurburgring. Abbinamento insolito, quello tra Canada e supercar, con Anibal Icon si punta a creare qualcosa di unico nel paese delle foglie d’acero.

    Ovviamente non un progetto completamente realizzato in casa, infatti, la meccanica arriva da casa Porsche, a partire dal motore, un boxer 6 cilindri biturbo, del quale al momento restano nascosti i dettagli relativi alla cilindrata, la coppia, gli interventi apportati al boxer della 911 Turbo S per incrementare la potenza fino ai 920 cavalli dichiarati sulla Icon.

    Della casa di Stoccarda riprende anche gli ammortizzatori adattivi e le ruote posteriori sterzanti. Il legame tra Anibal e il mondo Porsche è stretto, per un’azienda specializzata nella creazione di body-kit prevalentemente rivolti ai modelli di Stoccarda.

    Con la Icon si è portata all’estremo questa specializzazione. Telaio e carrozzeria sono interamente realizzati in fibra di carbonio, per una massa complessiva dichiarata in 1.540 kg. L’attenzione è stata rivolta sull’ottimizzazione aerodinamica, così è un fiorire di aperture, condotti, elementi attivi. L’anteriore sfoggia due profili appena sopra lo splitter, mobili, pensati per convogliare l’aria con un’incidenza variabile verso le aperture nella parte superiore e, nella parte scavata tra passaruota e cofano anteriore, verso la fiancata.

    In coda è l’ala a sollevarsi per generare più carico quando necessario. Si sposa con un diffusore non così estremo e una miriade di aperture e sfoghi d’aria.

    Inequivocabile il richiamo Porsche nei gruppi ottici posteriori, quelli della 911, mentre l’ala è un profilo ad arco. Anibal Icon utilizza un sistema di trasmissione quattro ruote motrici, monta freni carboceramici e promette prestazioni addirittura migliori della Porsche 918 Spyder nello scatto da zero a cento km/h, dichiarato in 2″5. Nel 2018 inizierà la produzione in piccolissima serie, 50 esemplari ai quali seguiranno 5 limited edition ancor più estreme e specializzate.