Motor Show Bologna 2016

Apple Car: Steve Jobs voleva un marchio auto Apple?

Apple Car: Steve Jobs voleva un marchio auto Apple?
da in Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:

    Steve Jobs

    E’ bastata una dichiarazione di Mickey Drexlerm (componente del cda di Apple) per scatenare voci e fantasticare su una fantomatica Apple Car. “Steve Jobs avrebbe voluto un’auto a marchio Apple”, il senso della dichiarazione. Ma guardando in maniera asettica a quel che è il settore automobilistico rispetto al mondo della tecnologia mobile, dove Apple ha impresso un’accelerazione straordinaria e con concetti rivoluzionari, sarebbe opportuno mantenere la giusta dose di scetticismo, prima di osannare l’idea e marchiarla a priori come in grado di stravolgere il mercato.
    Lo stesso Drexlerm punta sull’elemento che ha fatto il successo di Apple tra il grande pubblico, per immaginare l’automatica riuscita della “iCar”: il design. Adesso, con tutto il rispetto per il marchio di Cupertino, non basterebbe un involucro bello e innovativo.

    A San Francisco ha dichiarato: “Guardate l’industria automobilistica in America: è una tragedia, chi è che disegna le auto?”, puntando il dito su un elemento in particolare: lo stile. Potrebbe guardarsi le decine di concept e prototipi avveniristici che popolano i Saloni dell’auto, per chiedersi come mai l’industrializzazione si scontra sempre con barriere e limiti dettati dall’abbattimento dei costi, rendendo improponibili certe soluzioni. Una show car Apple potrebbe anche farla, ma è cosa assai diversa dall’impegnarsi per creare un concetto nuovo di automobile fruibile a un’ampia fetta del mercato, come fatto nel settore della telefonia mobile.
    Certamente una iCar pensata da Jobs avrebbe avuto contenuti interessanti, ma difficilmente ci sarebbero stati i margini di manovra per rivoluzionare il settore. Una guida slegata da volante e acceleratore guardando a un’interfaccia differente? Possibile, ma gli esperimenti in tal senso esistono già. Materiali avveniristici? Già fatto, ma i costi limitano la fetta di mercato alle supercar.

    I problemi degli automobilisti evidentemente non sono solo quelli di avere un’auto dal design avveniristico e affascinante e soprattutto sono esigenze differenziate sui vari mercati. Due prodotti molto diversi tra loro, cellulari e automobili. Proprio sullo stile il nodo principale. Quel che incontra gli apprezzamenti, ad esempio, della clientela orientale, raramente sposa i gusti degli automobilisti europei.

    Controllo remoto Apple

    E’ bene precisare che le parole pronunciate da Drexlerm alla manifestazione Innovation Uncensored a San Francisco sono state una sorta di interpretazione di quelli che potevano essere i progetti di Steve Jobs, prematuramente scomparso. Quindi, non esiste nessun piano per una Apple Car nei cassetti degli ingegneri e designer a Cupertino. L’unico dispositivo che unisce al momento Apple e il mondo delle quattro ruote a motore è una rotellina wireless da installare sulla corona del volante per gestire iPhone, iPad e iPod. Il resto sono supposizioni.

    506

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità Auto

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI