Aquaplaning, un rischio grave quando piove

Aquaplaning, un rischio grave quando piove
da in Auto nuove, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Aquaplaning

    C’è un fenomeno molto pericoloso cui ci si imbatte frequentemente in questa stagione durante la guida in macchina e guidando sotto la pioggia. Si chiama Aquaplaning ed è più frequente di quanto si pensi, oltretutto il fenomeno dipende da vari fattori e, proprio per questo, spesso coglie all’ improvviso con conseguenze talvolta drammatiche.

    Prima di addentrarci nell’ argomento, occorre precisare quali sono gli elementi che concorrono al manifestarsi dell’ Aquaplaning. Iniziamo col dire che, per quanto siamo sensibili alla sicurezza in auto, stiamo più attenti alle varie dotazioni che montano i diversi modelli, in tema di guida sicura, per esempio, ABS, airbag e via di seguito, dimenticandoci un fattore fondamentale che concorre in maniera determinante sulla sicurezza, le gomme. Ricordiamo che questa parte dell’ auto è l’ unico contatto che si istaura con l’ asfalto. Ciò significa che ogni variazione del suo stato di normalità, così come ogni eventuale variazione del manto stradale, concorre in maniera determinante alla tenuta.

    Per la verità sforzi sono stati fatti per contrastare il fenomeno dell’ Aquaplaning e non soltanto dai progettisti d’ auto. Anche in fase di costruzione di strade si tende sempre di più a scegliere speciali mescole di bitume con un alto effetto drenante. Ma spesso ciò non è sufficiente a scongiurare il fenomeno che consiste nella presenza di una quantità d’ acqua maggiore davanti le gomme più di quella che esse siano in grado di allontanare al loro passaggio, infatti è molto frequente imbattersi nell’ Aquaplaning all’ attraversamento di pozzanghere. Ed è in questi casi che risulta fondamentale lo stato dello pneumatico, maggiore è l’ usura, la Legge prevede un minimo di 1,6 mm. più probabilità ci sono di imbattersi in questa grave situazione. Così come, più vecchie e malandate sono le gomme e più trascurata è la loro pressione, più gravi saranno le conseguenze. Ciò perché, il compito prioritario degli pneumatici, nel caso di piogge violente, deve essere volto ad allontanare in avanti l’ acqua creando un effetto onda ai lati.

    Ciò che si viene a determinare, invece, in caso di Aquaplaning è un muro d’ acqua che si frappone davanti la ruota, facendogli perdere del tutto aderenza in quanto lo pneumatico si inerpica sull’ acqua, come farebbe un surfista sulle onde, sollevandosi dal manto stradale. E’ indubbio che il grave fenomeno è quasi sempre legato alla velocità dell’ auto. Più alta è questa, minori possibilità ha la gomma di allontanare l’ acqua davanti a sè e maggiori sono i rischi dell’ Aquaplaning.

    Cosa fare se si verifica il fenomeno

    Nel caso in cui si verifica l’ Aquaplaning, la prima manovra da compiersi è quella di rilasciare il pedale dell’ acceleratore cercando di controllare la vettura, senza farsi prendere dal panico. In genere, soprattutto se la velocità non è troppo elevata, questo basta a riportare il tutto nella normalità, purchè non si freni, in quel caso la perdita di aderenza, soprattutto in curva, diventa totale. Nel caso in cui sono due le ruote coinvolte nel fenomeno, ancor peggio l’ anteriore e la posteriore dello stesso lato, il rischio di finire fuori strada è maggiore, in quanto l’ auto tenderà a dirigersi dal lato della perdita di aderenza. Anche in questo caso, l’ imperativo è rilasciare il pedale dell’ acceleratore, senza frenare per nessuna ragione e con tutte e due le braccia tenere saldo il volante con forza impedendo di ruotare dal lato della perdita di aderenza. Se saremo stati bravi e fortunati, la situazione sarà recuperabile.

    Poi, una volta fermi, valutiamo seriamente se è il caso o no di fare una visitina dal nostro gommista di fiducia e se la risposta sarà affermativa andiamoci senza indugio alcuno, poi cominciamo anche a rimettere in discussione il nostro modo di guidare, forse troppo spericolato.

    636

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI