Motor Show Bologna 2016

Area C Milano, auto metano e GPL: le vetture a gas dovranno pagare

Area C Milano, auto metano e GPL: le vetture a gas dovranno pagare
da in Area C Milano, Consigli e Guide
Ultimo aggiornamento:
    Area C Milano, auto metano e GPL: le vetture a gas dovranno pagare

    Tutte le minacce sono diventate realtà: l’Area C di Milano a partire da febbraio 2017 diventerà ancora peggiore di quello che è sempre stata. Per entrare pagheranno anche le auto a gas, sia Gpl che metano, che solo fino a poco tempo fa erano considerate ecologiche. Ma non basta: vediamo il resto di questa genialata.
    Sarà del tutto vietato l’accesso ai veicoli Euro Euro 4 diesel: i residenti avranno un bonus di 40 ingressi gratuiti utilizzabili fino al 15 ottobre 2017. Poi, per poter entrare a casa propria, dovranno cambiare auto. Che potranno usare fino a che il Granelli di turno non s’inventerà una scusa per bloccare anche quella. Perché per il momento non ci sono divieti per le auto elettriche, però le ibride potranno entrare gratis fino al 15 ottobre 2019. Hanno fatto bene i loro conti: nel 2019, quando è probabile che ne circolino molte di più, diventeranno vera fonte di cassa e allora scommettiamo che faranno pagare pure quelle.
    Altra delizia: divieto di accesso ai furgoni dalle 8 alle 10, con deroghe per il trasporto di alimentari e farmaci urgenti, fiori e per le pompe funebri. Almeno per ora, non ci hanno imposto di morire in orari obbligati.

    Se qualcuno, cieco e sordo, ancora aveva dei dubbi sul fatto che l’amministrazione di Beppe Sala e dell’assessore alla mobilità Marco Granelli stia infliggendo una guerra totale all’automobile esattamente quanto e forse peggio di Giuliano Pisapia e Piefrancesco Maran, ora dovrà ammettere la realtà.
    Il danno e la beffa: nel 2016 il comune aveva stanziato incentivi per trasformare vecchie auto a benzina in doppia alimentazione benzina/gas. Ora chi è stato indotto da questa gente a cascarci, illudendosi di poter entrare nell’Area C perché ha speso denaro per inquinare meno, viene punito.
    Inquinamento, ambiente, emissioni, sono solo slogan usati nelle campagne elettorali per abbindolare i creduloni, perché fanatici anch’essi oppure perché sviati da certi organi d’informazione che ormai fanno solo propaganda.
    Dell’ambiente a questa gente non importa nulla. Adesso usano la scusa dei cantieri per la linea 4 della metropolitana (ma prima era la 5 e prima ancora è stata la 3), poi ne inventeranno un’altra, la fantasia dei fanatici non inaridisce mai. Vogliono distruggere l’automobile per motivi ideologici.

    Punto. Ma prima di farla morire, la dissanguano con le multe. Perché oltre agli autovelox fissi, fra poco torneranno in strada i vigili con i vecchi telelaser e i nuovi Street Control, per una bella retata di multe a strascico.
    Purtroppo a Milano hanno deciso di premiare questa gente alle elezioni, ora bisogna tenersela, magari sognando ogni tanto che qualche circostanza astrale favorevole la faccia cadere al più presto, non importa con quale motivazione. Perché ogni giorno in più in cui le poltrone della città sono occupate da questi elementi è un ulteriore colpo verso la distruzione di Milano.

    516

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Area C MilanoConsigli e Guide

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI