Ariel Atom V8, edizione celebrativa limitata

Ariel presenta la nuova sportiva Atom V8, versione speciale per venticinque acquirenti che celebra l'anniversario di dieci anni di attività

da , il

    Ariel Atom V8

    Da una sportiva che ancora non possiamo conoscere nella sua interezza, saltiamo ad un’altra, che invece abbiamo modo di assaporare nella sua completezza. Si chiama Ariel Atom V8, versione celebrativa dei dieci anni di attività del costruttore Ariel, ed è frutto di un periodo di due anni di elaborazione. È sportiva, come detto poche righe fa, ma non attendetevi una di quelle supercar mielose e coccolanti: questa è una delle – poche – automobili radicate ad un’idea di guida pura cruda nuda vera e mai ovattata da chilometri e chilogrammi di elettronica, che sopisce i nostri sensi da piloti provetti.

    Ariel Atom V8 è qualcosa di vicino forse più all’emisfero motociclistico che a quello delle autovetture. C’è una definizione per questa tipologia di veicolo, molto simile a KTM X-Bow? Un po’ auto, un po’ moto, un po’ monoposto da Formula 1, un po’ kart da pista: per i venticinque fortunati acquirenti, che potranno acquistarla all’equivalente di 182.500 euro, ci sarà un bel daffare a darle la giusta importanza su strada: quale strada preferisce?

    Dicevamo, dipende un po’ dal globo delle due ruote: ebbene, sotto il cofano-che-non-c’è, il propulsore V8 di 3,0 litri di cilindrata è frutto della fusione di due motori motociclistici Suzuki ed è realizzato da Harley-Davidson. Ed ora, tenetevi pronti: 475 cavalli, per la versione stradale, 500 cavalli per la versione da pista. La variante più sportiva di Ariel Atom V8, inoltre, potrà accedere ad un regime superiore di 100 giri al minuto rispetto al valore di 16.500 giri al minuto della declinazione da 475 cavalli dedicata alla strada quotidiana.

    Il rapporto peso-potenza sale a 909 cavalli per tonnellata, oltre il doppio di quello offerto da una Bugatti Veyron. La nuova Ariel Atom V8 viene equipaggiata con telaio e pneumatici in lega (da 15 pollici all’anteriore e da 16 al posteriore) in cromia argentea, freni Alcons, cambio sequenziale a sei velocità e fibra di carbonio per taluni elementi. Scenografica anche la nuova strumentazione. Arriverà durante l’anno venturo.