NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Assicurazioni auto: le altre Associazioni contro gli aumenti

Assicurazioni auto: le altre Associazioni contro gli aumenti

Sempre l’Adoc non fa mancare la propria preoccupazione a proposito del taglio dell’agente plurimandatario,

da in Assicurazione auto, Associazioni Consumatori, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Elio Lannutti, presidente Adusbef

    Altro che riduzione dei dell’8,3% dei premi di assicurazione relativamente al settore del RC Auto, non solo non sono diminuiti i costi riversati sugli assicurati ma addirittura i premi sono pure aumentati. E di questo tenore il messaggio di Carlo Pileri, presidente dell’Adoc che associandosi alle altre sigle dei Consumatori si scaglia contro le dichiarazioni rese note dall’Ania.

    Infatti nel resoconto che l’Ania ha reso noto in questi giorni e che fa il punto della situazione del mercato assicurativo in Italia, l’Organo che raggruppa le maggiori Compagnie operanti in Italia, ha sottolineato il vantaggio reso agli assicurati in fatto di costi dei premi assicurativi pari all’8,3% in quattro anni, ma la realtà, secondo l’Adoc, è ben altra, ci sono stati tutta una serie di aumenti che vanno dal 15 fino a punte del 18% e che confermano come le nostre tariffe siano più alte della media europea, anche se è vero che i consumatori si stanno sempre più abituando a seguire e a vagliare le offerte, molteplici, presenti nel settore.

    L’unica consolazione è dovuta al fatto che, appunto, ” E’ in crescita, in tal senso, la stipula delle polizze online, più convenienti di quelle tradizionali anche del 20%, ma che presentano un grande ostacolo per i clienti ultracinquantenni, che soffrono l’assenza di un riscontro umano. Si sta formando – spiega Pileri – una sorta di discriminazione tra i clienti, ad essere svantaggiati sono soprattutto i pensionati e i più anziani. Anche l’opzione furto e incendio presenta una problematica, soprattutto quando abbinata all’acquisto di un box satellitare.

    Se è vero che vi sono sconti del 30% sul costo della polizza, è vero anche che il costo dell’apparecchio è a carico del cliente e non viene registrato sulla polizza che, al netto, presenta uno sconto tra l’8 e il 10%.”

    Sempre l’Adoc non fa mancare la propria preoccupazione a proposito del taglio dell’agente plurimandatario, . “Il plurimandato favorisce lo sviluppo della concorrenza, a diretto vantaggio dei consumatori – continua Pileri – la volontà di eliminarlo ci preoccupa. Bene invece il preventivatore, uno strumento in grado di aumentare il livello di concorrenza e trasparenza del mercato e di tutelare i consumatori. Purtroppo il suo utilizzo è limitato ai pochi clienti che possono sfruttare la tecnologia online.”

    Non fanno eccezione anche le altre sigle dei Consumatori, sia Federconsumatori che Adusbef si scagliano contro l’Ania e i dati resi noti da Cerchiai “I dati raccolti periodicamente dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori rilevano una realtà ben lontana da quella descritta oggi dal Presidente dell’Ania, registrando invece aumenti consistenti, del 5-7% per i cinquantenni, con punte del 19% e, cosa ancor più grave, rincari considerevoli per le già elevatissime polizze per i diciottenni, in media del 4-5%, con punte del 15-16%. Con queste percentuali si arriva a registrare, a partire dal 1996, un impressionante aumento del 154%! A fronte di questa situazione – dichiarano Elio Lannutti, Presidente Adusbef e Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori - invece che operare in direzione di una riduzione dei premi, si continua a tentare di neutralizzare le norme che immettono competitività nel settore, ad esempio attaccando la figura degli agenti plurimandatari”.

    E non mancano le critiche anche nei confronti della polizza sulle calamità, “Noi, a tasse ed assicurazioni obbligatorie, preferiamo costruzioni a norma che rispettino parametri antisismici”, hanno concluso i Consumatori!

    647

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoAssociazioni ConsumatoriMondo auto
    PIÙ POPOLARI