Assicurazioni Auto: presto un massimale più adeguato

In caso di incidente grave, infatti, avere a disposizione un massimale che non copra la totalità del danno vuol dire far fronte con le proprie risorse al danno cagionato, significa perdere la propria casa, se posseduta, vedersi attaccato sensibilmente il proprio reddito, ritrovarsi insomma ad un passo dalla debacle più drammatica

da , il

    incidente

    Purtroppo quando ci si reca dal proprio assicuratore per stipulare una polizza RC Auto, a tutto si pensa, generalmente, meno che al fatto di pensare che se nella malaugurata ipotesi dovessimo far ricorso proprio al massimale prescelto, questo potrebbe essere inadeguato a far fronte economicamente al sinistro ed allora si, che sono guai!

    Pensare infatti che con l?attuale massimale ammesso dalla Legge e ammontante, nella sua forma minima, a 775 mila euro per danni a terzi, comprese lesioni e morte, possa essere sufficiente a tutelarci, è pura e semplice utopia. Perché non serve fare gli scongiuri, né, tanto meno, si guiderebbe più spericolatamente nella consapevolezza di detenere un massimale più alto. Fatto sta invece che detenere un massimale adeguato, nella malaugurata ipotesi di un incidente, è l?unico vero ombrello protettivo che abbiamo per non metterci nei guai, nei casi contrari, invece, potrebbe significare vedersi stravolta la propria esistenza, cui si aggiunge l?immancabile rimorso nell?aver provocato lutti e sofferenze agli altri.

    In caso di incidente grave, infatti, avere a disposizione un massimale che non copra la totalità del danno vuol dire far fronte con le proprie risorse al danno cagionato, significa perdere la propria casa, se posseduta, vedersi attaccato sensibilmente il proprio reddito, ritrovarsi insomma ad un passo dalla debacle più drammatica.

    Sarebbe stato auspicabile che ogni singolo assicurato fosse giunto autonomamente a sviluppare una coscienza civica che lo inducesse a pretendere dal proprio assicuratore un massimale adeguato alle esigenze del caso, ma si sa, quando ci approssimiamo a firmare un contratto di RC Auto sono altre le esigenze che ci balenano in testa, in primis, come risparmiare ad ogni costo una decina di euro all?anno e, dunque, a dirimere la questione anche questa volta è dovuta intervenire la Comunità Europea prevedendo che dal prossimo 11 dicembre ogni assicurato possa godere di un massimale minimo garantito di due milioni di euro per lesioni a persone, fino alla morte, che diviene di 500 mila euro per danni alle cose, così come, nella Direttiva Comunitaria è anche contemplato il fatto che dal prossimo 11 giugno 2012 il massimale possa essere portato a cinque milioni per lesioni alle persone, morte compresa e di un milione per danni alle cose; giustissimo dunque!

    Peccato soltanto che le Compagnie non hanno perso occasione, anche stavolta, per adeguare i premi annuali al rialzo per i propri assicurati; ma stavolta conviene pagare a ? cuor leggero? !