Assicurazioni Auto: ricordate la targa della vostra auto?

Assicurazioni Auto: ricordate la targa della vostra auto?

gli italiani che ricordano il numero di targa della propria auto sono 70 su un campione di 100 proprietari di auto che scendono a 57 se tali guidatori appartengano al sesso debole come la fascia dei guidatori più giovani, ovvero di età compresa fra i 18 e i 34 anni, che dimenticano il numero di targa più frequentemente

da in Assicurazione auto, Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:

    targa auto

    Un test facile, facile che potremmo fare anche noi in qualsiasi momento della giornata, ovvero… provare a ricordare il numero di targa della nostra auto, se siamo fortunati avremo il 70% di probabilità di riuscire nell’impresa, almeno se rispondiamo fedelmente alla media nazionale.

    Infatti, questo bizzarro test condotto dal Research International il mese scorso, ha portato alla conclusione che gli italiani che ricordano il numero di targa della propria auto sono 70 su un campione di 100 proprietari di auto che scendono a 57 se tali guidatori appartengano al sesso debole come la fascia dei guidatori più giovani, ovvero di età compresa fra i 18 e i 34 anni, che dimenticano il numero di targa più frequentemente.

    Ben di più sono coloro che non ricordano la classe di merito assicurativa cui appartengono, se solo si pensa che su 100 automobilisti 41 non sanno nulla della loro classe di merito e 50 automobiliste donna è nella medesima condizione.

    A sottolineare la situazione “ Assicurazione “, il comparatore on line dei prezzi delle assicurazione RC Auto che ha commissionato il test: “I numeri che comunichiamo oggi danno un’ulteriore dimostrazione di quali siano le tante difficoltà davanti a cui si trova il guidatore italiano nel fare una polizza assicurativa” dice Alberto Genovese, CEO di Assicurazione.it. Targa e classe di merito sono solo alcuni dei molti dati richiesti obbligatoriamente dalle compagnie assicurative; per questo motivo realtà come la nostra, stanno dimostrando la loro utilità e raccolgono successi importanti”.

    Gli fa eco Stefano Carlin, CEO di Research International: “Nonostante l’automobile sia tuttora vissuta come uno dei beni primari e rappresenti una delle principali voci di costo all’interno del bilancio delle famiglie italiane, è sorprendente constatare quante complicazioni oggettive ne impediscano ancora una più corretta ed efficace gestione della spesa assicurativa.

    Stride insomma non poco tale risultato con il vero e proprio fenomeno sociale rappresentato dall’assicurazione RC auto se solo si snocciolano quattro dati soltanto, ovvero; 44 milioni di contratti RC Auto sottoscritti con un valore di mercato attorno ai 33 miliardi di euro. Assicurazione.it, a pochissimi mesi dalla messa online della sua versione beta, realizza oltre 2.000 preventivi al giorno, permettendo risparmi medi di 500 euro.

    410

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoCuriosità Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI