Assicurazioni: chi ha denunciato più sinistri lo scorso anno

Assicurazioni: chi ha denunciato più sinistri lo scorso anno

Anche i laziali non sono stati un fulgido esempio di guida del tutto diligente, visto che 5,88 di loro su cento ha denunciato un sinistro della strada, poco più dei liguri, 5,82

da in Assicurazione auto, Incidenti Auto, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Assiauto

    Gli italiani al volante, non del tutto diligenti, se è vero, come ci fa sapere il sito Assicurazione.it, comparatore leader del settore, che almeno due milioni di nostri connazionali ha avuto un incidente stradale con relativa denuncia di sinistro inoltrata alla propria Compagnia di Assicurazione e dunque rimanendo penalizzato nella classe di merito nell’anno appena trascorso. A questo punto risulta interessante notare quali sono le regioni, le province e le città più virtuose in fatto di guida ed immaginando i singoli conducenti, quali fra questi, in relazione alla loro attività professionale, guidano meglio degli altri o sono soltanto meno sfortunati degli altri.

    Il lavoro scrupoloso e dettagliato del sito Assicurazione.it risulta quanto mai interessante essendo riuscito a tracciare un quadro quanto mai completo per singola area geografica di interesse e relativo profilo del conducente italiano tipo, con tutte le conseguenze del caso. Ad esempio, per prima cosa notiamo, dall’analisi del comparatore on line, che sono i toscani ad aver provocato il maggior numero di incidenti automobilistici risarciti o in corso di risarcimento al punto che, fatta cento la torta dei dati relativi a tutti gli assicurati italiani che hanno denunciato un sinistro, rileviamo che 6,65 di questi sono toscani.

    Anche i laziali non sono stati un fulgido esempio di guida del tutto diligente, visto che 5,88 di loro su cento ha denunciato un sinistro della strada, poco più dei liguri, 5,82 . Se poi guardiamo alle città toscane scopriamo che i pistoiesi in auto non sono del tutto “raccomandabili” visto che il 10% degli assicurati della città ha denunciato un sinistro. Molto meglio fanno i senesi, visto che solo 4 di loro su cento cambierà classe di merito ed in peggio!

    “Cambiare classe di merito”, ha commentato Alberto Genovese, CEO di Assicurazione.it, “corrisponde a un aumento del premio annuo. Questo, però, è vero se si decide di mantenere la stessa assicurazione. Se al momento del rinnovo si confronta il prezzo proposto dalla propria Compagnia con quelli offerti da altre, si potrà addirittura scoprire che, pur cambiando classe di merito, una nuova compagnia ci permetterà di risparmiare diverse centinaia di euro”.

    Un aspetto non certo indifferente quello tracciato da Alberto Genovese che ci mostra palesemente come le Compagnie di assicurazioni nel tempo hanno mutato il loro criterio che penalizzava chiunque aveva denunciato un sinistro e che invece si rivolge sempre di più in una sana competizione fra Compagnie nell’interesse anche dell’Assicurato.


    Chi denuncia maggiori sinistri

    Fra le categorie professionali che hanno denunciato maggiori sinistri scopriamo in larga e maggior misura i medici che, chissà, forse per la fretta di raggiungere i propri pazienti causano maggiori sinistri degli altri visto che si piazzano al 7,37% di tutti gli assicurati. Meglio fanno gli agenti di commercio, con un 5,72% e ancor meglio gli imprenditori in generale con il 4,56% . Un plauso va agli appartenenti alle Forze Armate che si assestano al 3,59%

    Valle d’Aosta, Campania e Calabria sono le regioni in cui la minor percentuale di automobilisti cambierà classe di merito (in ciascuna di esse appena il 4% circa)

    Quanti incidenti in Italia…

    In Italia 66 automobilisti su cento è rimasto coinvolto in un incidente stradale, ma c’è chi paga di tasca propria il sinistro pur di non far scattare il famigerato “ malus” e non sono certo pochi, un milione e mezzo di assicurati, una cifra ragguardevole e per nulla indifferente, visto che mediamente ognuno ha sborsato 237 euro, il che significa aver pagato il doppio di quanto avrebbero pagato di aumento del premio per aver perso la classe di merito loro assegnata.

    Non esiste una Compagnia Assicurativa migliore in assoluto e per questa ragione servirsi di un comparatore per trovare la polizza più adatta alle proprie esigenze è un’abitudine che ha acquisito un numero sempre maggiore di italiani, complice probabilmente anche la crisi economica che spinge a risparmiare. Oltre 90.000 automobilisti, infatti, si rivolgono ogni mese ad Assicurazione.it per trovare la polizza più adatta alle proprie esigenze. Il risparmio nella maggior parte dei casi è garantito e può arrivare anche a 500€ a polizza.

    750

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoIncidenti AutoMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI