Assicurazioni, le deliranti denunce….

Gli assurdi risarcimenti e le denunce a dir poco deliranti cui sono costrette, in alcuni casi, a sottostare le compagnie di assicurazioni auto e moto

da , il

    sinistri

    A chi non è capitato, alla guida della sua fiammante vettura, di trovarsi il parabrezza sfondato da uno scoiattolo, “piovuto” chissà da dove e per giunta… congelato e atterrato sul sedile del passeggero….

    Certo, più sfortunato ancora, l’ignaro automobilista che, nell’affrontare una curva a gomito ad andatura sostenuta, si è ritrovato con la portiera aperta e il proprio Kebab, congelato, che volando via, colpiva una auto che sopraggiungeva… strano? Macchè, chi non viaggia, tutti i giorni, con un Kebab congelato in auto e se sono rimasti in pochi a non sapere cosa sia un Kebab, rammentiamo che si tratta di un piatto a base di carne diffuso in Medio Oriente, Africa, Grecia, Tunisia!

    Sembra il copione degli sketch di un cabarettista, eppure, sono solo uno stralcio di alcune denunce di sinistro presentate ad un importante Gruppo assicurativo inglese,la Norwich Union, che non solo ha raccolto tali bizzarre dinamiche di incidente, ma addirittura ha pure risarcito il danneggiamento, al seguito del quale, ne sarebbe derivato….

    Ma la curiosa raccolta non finisce qui, c’è chi sostiene di aver ricevuto danni alla carrozzeria da parte di una mandria di buoi intenta a…. leccargli l’auto, ma in questo caso ci si chiede, erano assicurati gli animali o il conducente?

    E che dire del povero automobilista punto da una vespa che dal dolore reclina la gamba premendo l’acceleratore fino a tamponare l’auto che ha davanti, ebbene, pazzesco ma vero, i periti dell’assicurazione hanno creduto alla tesi dell’assicurato, indennizzando il sinistro e fidandosi dell’incredibile dinamica raccontata e, nemmeno tanto normale sembrerebbe la versione di quel conducente che a discolpa del fatto di aver investito l’auto che sopraggiungeva adduce come causa o concausa, non si sa bene, non la distrazione, neanche la rottura dei freni, ma, pur se sempre di freni si tratta, ha raccontato di averli trovati inservibili, almeno per quanto riguarda il pedale, da una patata frapposta fra il piede e il pedale stesso.

    E alla faccia degli animalisti anglosassoni, a quanto risulta da queste assurde denunce, le povere bestie inglesi, intesi come animali a quattro zampe, non solo hanno la peggio nell’impatto con i bestioni a quattro o sei ruote, ma per di più vengono sempre condannate al…. risarcimento, si spera almeno i loro proprietari….. Ne sanno qualcosa le renne “volanti” una specie in via d’estinzione, forse, nel resto del mondo e presente solo in Inghilterra che suole atterrare sui cofani dei malcapitati in transito, i tanti tori fuggiti dagli allevamenti che non trovano meglio da fare che colpire sempre qualche auto posteggiata e, persino la povera mucca, investita mentre bruca tranquilla l’erba di un campo e anch’essa volata sul cofano dell’auto e balzata all’interno dell’abitacolo.

    Eppure, se questo è l’andazzo dei risarcimenti delle compagnie di assicurazioni inglesi, i periti d’oltre Manica, una volta tanto potrebbero dar ragione ai loro simili a quattro… zampe!