Assicurazioni:Isvap liberalizza attestato di rischio e fissa nuovi obblighi informativi

da , il

    Polizza

    L’Isvap ha varato il regolamento definitivo che liberalizza l’attestato di rischio e fissa nuovi obblighi informativi a tutela del consumatore in occasione della scadenza dei contratti Rca, come ben ci informa Help Consumatori.

    Il documento, che entrerà in vigore il 1 gennaio 2007, obbliga le compagnie ad inviare direttamente al domicilio degli assicurati l’attestato di rischio (documento senza il cui possesso non è possibile stipulare una nuova polizza con altra compagnia) 30 giorni prima della scadenza del contratto (in precedenza lo si poteva ottenere solo presso l’agente e solo non prima di 3 giorni dalla scadenza). Nella stessa comunicazione, le compagnie dovranno fornire all’assicurato le indicazioni sull’entità del premio e sulle modalità dell’eventuale rinnovo.

    Il regolamento prolunga inoltre, in una serie di circostanze identificate, la validità dell’attestato di rischio, portandola da un minimo di 12 a un massimo di 22 mesi: ciò consentirà, nei casi identificati, di mantenere la classe di merito maturata anche in presenza di discontinuità nelle coperture assicurative.

    Il regolamento introduce una ulteriore novità di rilievo a vantaggio degli utilizzatori di auto appartenenti a flotte aziendali: gli utilizzatori di veicoli in noleggio a lungo termine o in leasing sono equiparabili a proprietari. Ciò renderà possibile, per questa sempre più numerosa platea di soggetti, il rilascio, al termine del noleggio o del leasing, dell’attestato di rischio contenente la loro storia assicurativa senza soluzione di continuità con il passato. Si eviterà, in tal modo, di essere inseriti nella classe di ingresso della scala bonus-malus al momento di ritornare all’utilizzo dell’auto propria.