NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Associazioni Consumatori: sì al rinnovo degli incentivi ma a certe condizioni

Associazioni Consumatori: sì al rinnovo degli incentivi ma a certe condizioni

Addirittura, Adiconsum ha fatto di più, ha già presentato una denuncia all’Antitrust e alla Commissione Europea, visto che - come dichiara il Segretario Generale di Adiconsum Paolo Landi - in alcuni casi “i consumi dichiarati sono ingannevoli per il 30-40%”

da in Associazioni Consumatori, Incentivi Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Adiconsum

    Probabilmente, almeno stando dietro alle parole del ministro Scajola e su richiesta in primis dell’Amministratore Delegato di Fiat, Sergio Marchionne, gli incentivi auto verranno prorogati di un anno dopo il 31 dicembre 2009, un provvedimento importante questo che ridarebbe linfa ad un settore che proprio grazie agli interventi governativi ha ripreso a vivere. Si tratta però da parte delle Case automobilistiche adesso di dimostrare di detenere quelle garanzie di trasparenza nei confronti dei consumatori affinché esse per prima meritino tanta attenzione da parte dei Governi da fatto impegnati a sorreggere i colossi del settore automotive.

    Un primo impegno le Case automobilistiche dovranno dimostrarlo palesando una corretta informazione ai cittadini in ordine ai consumi delle auto vendute. Se lo chiede l’Adiconsum, importante Associazione dei Consumatori che di fatto interpreta anche il nostro pensiero al riguardo; troppo spesso ci si trova davanti ad auto sbandierate come vetture economiche perché contrassegnate da bassi consumi ed invece interessati da ben altre caratteristiche che fanno si che i consumi di carburante si impennino rispetto alle prove cui i fabbricanti sottopongono in laboratorio le proprie vetture.

    Addirittura, Adiconsum ha fatto di più, ha già presentato una denuncia all’Antitrust e alla Commissione Europea, visto che – come dichiara il Segretario Generale di Adiconsum Paolo Landi – in alcuni casi “i consumi dichiarati sono ingannevoli per il 30-40%”. Adiconsum chiede regole nuove e più stringenti e, rivolgendosi al Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, chiede di condizionare il rinnovo degli incentivi al settore auto ad un corretta informazione sul reale consumo dei veicoli.


    E quella di negare gli incentivi a quei marchi che disattendono al rilascio di prove attestanti consumi certi è la strada forse migliore da seguire nell’ottica di moralizzare il mercato in vista della proroga degli incentivi, gli stessi che, sempre secondo Adiconsum, andranno riproposti per almeno un altro anno stante il fatto che tali provvidenze hanno partecipato esse stesse anche a migliorare la qualità dell’aria respirata nelle città.

    368

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Associazioni ConsumatoriIncentivi AutoMondo auto
    PIÙ POPOLARI