NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Aston Martin Vanquish 2013, foto spia prima del debutto [VIDEO]

Aston Martin Vanquish 2013, foto spia prima del debutto [VIDEO]
da in Aston Martin, Aston Martin Vanquish, Auto 2013, Auto sportive, Foto Spia, Supercar, Video Auto
Ultimo aggiornamento:

    Aston Martin Vanquish, frontale

    L’esordio ufficiale lo farà a Pebble Beach, ma delle sue forme sappiamo praticamente tutto. Un po’ meno sui dettagli tecnici. Poche settimane fa la Aston Martin AM310 a Villa d’Este ha catturato l’attenzione degli appassionati, adesso torna a mostrarsi sempre in Italia, con piccole modifiche che non cambiano l’essenza del concept già ammirato al Concorso d’eleganza, semmai ne amplificano il fascino.
    A trovar qualcosa di “stonato” sulla AM310 si faceva davvero fatica, ma a ben guardare il disegno dei cerchi in lega, con un improbabile accostamento di colori più adatto a un esperimento di tuning che al nobile marchio inglese, era l’unico punto sul quale eccepire. Hanno migliorato anche quel dettaglio sulla Aston Martin Vanquish, questo il nome definitivo. Adesso i colori sono più convenzionali e si abbinano alla perfezione con la carrozzeria. Sembra quasi ci abbiano dato ascolto i designer di Aston Martin.

    Resta invariata per quanto riguarda il design. Il frontale mantiene la fibra di carbonio a vista sul paraurti, mentre fari e cofano contribuiscono a dare un’idea di muso a freccia. Anche la calandra resta nel solco della tradizione Aston Martin, un elemento distintivo che da decenni caratterizza le granturismo inglesi. Andrà a scontrarsi con la Ferrari F12 Berlinetta, in una partita che se si guarda solo con il cuore e il senso estetico può lasciare spazio per una lotta combattuta, ma se scende sul piano tecnico, evidentemente vede uscire la Aston Martin sconfitta.

    Aston Martin Vanquish, frontale 2

    Sono intervenuti per ridurre drasticamente il peso della Aston Martin Vanquish i progettisti, con ampio ricorso alla fibra di carbonio, ma le soluzioni derivate dallo sviluppo dell’aerodinamica in Formula 1, in Ferrari con la F12 Berlinetta sono lampanti.

    Qualcosa che manca sulla Vanquish. Splendida sì, ma a corto di innovazioni. Per dirne una, l’aero bridge della F12 che unisce un nuovo stile con una funzione tecnica precisa.
    Quel che piace maggiormente della Vanquish è il disegno della fiancata, caratterizzata dal profilo – assai evidente – che dagli sfoghi d’aria del cofano motore invade la portiera. Al posteriore si è integrata bene l’ala sul bordo del bagagliaio, senza sporcare le linee, mentre in basso campeggia il diffusore con i due terminali di scarico.

    Aston Martin Vanquish, coda 2

    La musica toccherà al V12 aspirato da 6 litri di cilindrata, suonarla. E insieme alla melodia dovrebbe regalare anche 570 cavalli di potenza massima, da quelle che sono le indiscrezioni. Infatti, sul piano tecnico sappiamo ben poco della Aston Martin Vanquish.

    Aston Martin Vanquish, posteriore

    Si conosce un dettaglio degli interni, invece. Esordirà uno schermo touch nella parte superiore della plancia, interamente rivestita in pelle, mentre dalle ultime foto spia non è chiaro se è stato mantenuto il volante con la corona schiacciata ai lati, una soluzione originale ma con qualche dubbio sulla sua praticità. A Pebble Beach ne sapremo di più.
    Di sicuro, nel 2013 chi vorrà metterla in garage dovrà prepararsi a sborsare un assegno intorno ai 240 mila euro.

    600

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aston MartinAston Martin VanquishAuto 2013Auto sportiveFoto SpiaSupercarVideo Auto
    PIÙ POPOLARI