Aston Martin Vanquish Zagato Speedster: arriva la super serie limitata da 28 esemplari

Aston Martin e Zagato sono un duo ormai di lungo corso, grazie al quale arriva la Aston Martin Vanquish Zagato Speedster

da , il

    Aston Martin Vanquish Zagato Speedster: arriva la super serie limitata da 28 esemplari

    Ci sono auto che sono opere d’arte e la Aston Martin Vanquish Zagato Speedster potrebbe prendere senza ombra di dubbio uno dei posti nell’olimpo di questi modelli.

    La collaborazione storica tra la Aston Martin, brand di auto lusso originario inglese, e Zagato, carrozzeria storica italiana che ha all’attivo una storia di modelli speciali da far invidia a qualsiasi Costruttore, ancora una volta si è materializzata nella produzione di una serie di modelli dall’appeal fenomenale.

    Il progetto è cominciato nel 2016 con la produzione di un numero limitato di esemplari della Aston Martin Vanquish Zagato Coupé, poi è stato il turno delle Aston Martin Vanquish Zagato Volante, ma adesso è il turno delle consegne della più rara del lotto, proprio la versione speedster della stessa Vanquish Zagato. Arriverà poi la Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake.

    L’apoteosi delle prestazioni con i capelli al vento, questo sembra incarnare la nuova Aston Martin Vanquish Zagato Speedster, con le sue linee decise. E’ “aperta” senza mezzi termini, quindi i fortunati 28 unici proprietari che potranno inserirla nel proprio garage – questo il numero totale di esemplari che verrà prodotto ed ovviamente già tutti abbondantemente venduti – dovranno stare attenti alla pioggia, ed è tutta fatta con pannellatura carrozzeria in fibra di carbonio.

    Aston Martin Vanquish Zagato Speedster

    Se poi vi state chiedendo dove siano le classiche “gobbe” che da sempre hanno dato vita ad una firma inconfondibile di Zagato, le trovate esattamente dietro ai sedili, in una doppia appendice aerodinamica che plana morbidamente verso il cofano posteriore.

    Aston Martin Vanquish Zagato Speedster vista di profilo

    La base di partenza per la costruzione di questo modello è la Aston Martin Vanquish S, con un V12 aspirato sotto al cofano che è capace di erogare la potenza di 600 cavalli e scaricarli a terra grazie al cambio automatico Touchtronic III. La versione Zagato Speedster poi ha subito una serie di modifiche per essere ancora più affilata ovunque la si voglia far girare, come delle sospensioni a controllo elettronico dal carattere ancora più deciso.

    Aston Martin Vanquish Zagato Speedster vista da sopra