Audi 100 C2 Avant, ispiratrice delle Audi attuali

In casa Audi esiste un modello che può essere considerato l'antesignano della nuova A7 Sportback: si chiama Audi 100 C2 Avant

da , il

    100 avant

    Audi è sempre stata una marca all’avanguardia della tecnica, come recita un suo refrain molto conosciuto. Anche nel passato, la casa dei quattro anelli ha mostrato che la tecnologia ed il design erano due fiori all’occhiello, per una casa d’auto come quella di Ingolstadt. Ce ne accorgiamo vedendo i nuovi modelli, appena costruiti, esempio di bellezza stilistica e di tecnologia. Anche nel passato, comunque, Audi aveva mostrato di possedere una tecnologia raffinata per costruire delle vetture che fossero nei sogni degli automobilisti.

    Ne è prova tangibile un modello che può essere considerato, a ragione, l’antesignano della attuale A7 Sportback, appena presentata: la Audi 100 C2 Avant. È la prozia degli anni ’70, che ha ispirato i modelli attuali. Anche sotto il profilo della linea, inoltre, la 100 C2 Avant mostra come abbia uno stile moderno, con la parte finale sportiva che andrebbe bene anche ai nostri giorni. Una vera e propria sportback.

    La nuova berlina coupé A7, infatti, sembra la riedizione dell’Audi 100 C2 Avant, oppure la variante a 5 porte della serie 100 di seconda generazione. La vettura debuttò sul mercato nel 1977 e fu la prima auto della casa tedesca ad adottare il nome Avant che, in seguito, fu utilizzato per identificare le varianti station wagon. L’Audi 100 C2 Avant era lunga 459 cm, larga 177 cm e alta 139 cm, mentre il passo misurava 268 cm. La caratteristica principale dell’auto, come era ovvio, era il bagagliaio, più ampio rispetto alla berlina a 4 porte e modulabile, grazie allo schienale abbattibile e sdoppiato.

    La Audi100 Avant fu proposta con un motore da 1.6 cc, con 85 CV in abbinamento all’allestimento GL, nonché con le motorizzazioni a 5 cilindri 2.0 cc diesel 5D, da 70 CV e 2.1 cc, versione benzina a iniezione 5E, da 136 CV, entrambe con allestimento CD. Il mercato di allora non premiò l’auto, con la conseguenza che l’Audi 100 C3 Avant fu trasformata in una station wagon.