Audi A1: altre ipotesi

La Audi A1 in effetti non è proprio una illustre sconosciuta visto che sotto forma di concept car l’avevamo potuta apprezzare nel 2008 al Salone dell’Auto di Parigi, sia pure solamente in versione a tre porte

da , il

    Audi A1

    Continuano le ipotesi circa le forme definitive assunte dalla Audi A1 che dovremo poter vedere sul mercato quasi sicuramente a partire dal prossimo mese di maggio 2010 .

    Forme complessive che ci riconducono alla matita di Walter de?Silva, a capo dei designers del marchio tedesco almeno per alcuni modelli come la Audi A1 .

    La Audi A1 in effetti non è proprio una illustre sconosciuta visto che sotto forma di concept car l?avevamo potuta apprezzare nel 2008 al Salone dell?Auto di Parigi, sia pure solamente in versione a tre porte. La vettura definitiva che da quella concept car trae spunto si presenta più aggraziata nelle forme, più piacevole nelle linee e sicuramente un tantino più grande del prototipo iniziale.

    Da ricordare che l?anima insita della Audi A1 è ricavata dalla Volkswagen Polo per quanto attiene al pianale, mentre la meccanica è da ascrivere alla prossima generazione di auto quali la UP del Gruppo Volkswagen. Dunque si intende bene che stiamo parlando di una city car che sfrutterà motori di piccole cilindrate a tre cilindri contrassegnati da bassi consumi ed altrettanto ridotte emissioni inquinanti.

    C?è da considerare che la Audi A1 verrà anche predisposta con una versione allestita con motori ibridi che coniugano al meglio le caratteristiche di perfetta auto da città, con la differenza che nell?Audi A1 troveremo in essa quelle doti di grande eleganza e raffinatezza che renderanno molto particolare se non addirittura unica questa vettura rispetto alla concorrenza.

    Foto tratta da:AM