Motor Show Bologna 2016

Audi A1 Quattro ABT: tuning per la compatta dei quattro anelli

Audi A1 Quattro ABT: tuning per la compatta dei quattro anelli
da in ABT, Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Audi, Audi A1, Auto 2013, Auto nuove, Auto sportive, Tuning, Utilitarie
Ultimo aggiornamento:

    Audi A1 Quattro by ABT-laterale

    E’ passata da poco sotto le mani del tuner tedesco ABT, specializzato in elaborazioni estreme delle vetture Audi, la piccola del costruttore di Ingolstadt: l’A1.
    In particolare, il tuner tedesco ha deciso di sottoporre alle sue cure un modello molto potente ed alquanto raro della compatta Audi, trasformandolo in una piccola supercar: stiamo parlando dell’Audi A1 Quattro.
    Il risultato è una piccola sportiva carica di fascino che vi consente di sopravvivere nel traffico urbano senza problemi, pur avendo una potenza quasi da supercar.
    ABT si è impegnata molto per incattivire ulteriormente il carattere della edizione limitata dell’Audi A1 (la Quattro è stata prodotta solamente in 333 esemplari al prezzo di 51.190 euro l’uno!), dotata dello stesso motore 2 litri TFSI che equipaggia la sorella S3.
    Le modifiche hanno riguardato solo la meccanica e l’estetica è rimasta la stessa dell’A1 Quattro di seria, già carica di un’elevata dose di cattiveria con un frontale dominato da prese d’aria di dimensioni generose ed un’estrattore posteriore che ai lati ospita i due terminali di scarico.

    Audi A1 Quattro by ABT-lateraleAudi A1 Quattro by ABT-frontale

    Come già anticipato, ABT si è concentrata solamente nelle modifiche al propulsore che nella versione di serie eroga 265 cavalli a 6.000 giri al minuto ed una coppia di 350 Nm costante tra 2.500 e 4.500 giri.

    In questa versione invece si parla addirittura di 307 cavalli!! La coppia è poi aumentata a ben 400 Newtonmetri costanti tra i 2.500 e i 4.500 giri che consente prestazioni davvero elevate per un’auto dalle dimensioni così compatte.
    Il tuner tedesco dichiara che, a fronte delle modifiche ricevute dal motore, le emissioni e i consumi non sono aumentati e la velocità è rimasta autolimitata a 250 km/h (dà l’impressione di raggiungerli in poco tempo, visto l’elevato rapporto peso/potenza).
    L’Audi A1 Quattro by ABT raggiunge i 100 km orari in 0,3 secondi in meno della versione di serie: il tempo impiegato infatti è di soli 5,4 secondi!

    Audi A1 Quattro by ABT-posteriore

    L’estetica è rimasta la stessa della versione creata dagli ingegneri della Casa automobilistica tedesca con sede ad Ingolstadt: interni ed esterni quindi non cambiano, se non per la presenza dei loghi identificativi “ABT” che permettono di distinguerla agli occhi degli appassionati più “esperti”.
    Il prezzo di questo kit di elaborazione by ABT non è ancora stato comunicato e probabilmente sarà disponibile per fine di quest’anno o inizio 2013. Comunque sia i (pochi) fortunati proprietari di un’Audi A1 Quattro potranno permetterselo senza troppi problemi e potranno così “vantarsi” di avere un’auto ancor più esclusiva. Sarà infatti una delle compatte più potenti sul mercato e consentirà di bruciare (ovviamente solo in pista, su strada bisogna rispettare i limiti) vetture ben più costose.

    502

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ABTAnteprima autoAnticipazioni AutoAudiAudi A1Auto 2013Auto nuoveAuto sportiveTuningUtilitarie

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI