Audi al Salone di Ginevra 2014: nuova TT e S1 le reginette, poi ancora novità [FOTO]

Pattuglia nutrita per Audi al Salone di Ginevra 2014

da , il

    Nuova Audi TT al Salone di Ginevra 2014

    Quattro anelli, quelli del marchio di Ingolstadt, quattro specialità a vocazione sportiva. Audi al Salone di Ginevra 2014 si presenta così, passando dall’attesissima nuova generazione della coupé TT per arrivare fino alla RS4 Nogaro Selection, tributo ai vent’anni delle wagon prestazionali. In mezzo due interpretazioni che non potevano essere più diverse dello stesso concetto, quello della linea S: la piccola A1 diventa S1, la A3 cabrio diventa S3 cabrio.

    A esser sinceri ci sarebbe un quinto anello, no non quello olimpico, bensì della A1 ristilizzata: piccolo maquillage estetico che in confronto con il resto delle novità Audi si può considerare un “anellino”.

    Audi TT 2014

    Si è mostrata con uno strip-tease in più puntate l’Audi TT 2014; prima al Ces di Las Vegas, dove abbiamo apprezzato gli interni futuristici, con strumentazione interamente digitale e un abitacolo convincente; poi è toccato ai bozzetti ufficiali, che dipingono il look della due posti tedesca, finalmente rinnovata negli elementi tipici della calandra e dei fari. La carta d’identità di un’auto, al primo sguardo, passa dal frontale e l’evoluzione Audi può dirsi promossa.

    C’è tanto anche della Allroad Shooting Brake vista al Salone di Detroit, a sua volta ulteriore anticipazione di questa TT: i gruppi ottici posteriori ricalcheranno la conformazione della due posti con la coda.

    Audi S1

    Toccherà in seguito anche alle versioni più spinte, ma Ginevra sotto questo versante riserva interessanti novità già sulla più piccola A1, equipaggiata con la trazione integrale Quattro, un motore turbo benzina 2 litri da 231 cavalli e sapienti tocchi al look della carrozzeria. Diventa Audi S1 e va a scontrarsi con la Mini Jcw, potendo contare sul plus delle quattro ruote motrici.

    Audi S3 Cabriolet

    Altra “esse” per Audi, ma con capote in tessuto. E’ prodotto particolare la S3 cabriolet, perché i più smaliziati le preferiranno le sorelle chiuse; strizza l’occhio, invece, a un pubblico che fa dell’apparire una fetta importante del proprio intendere l’auto. Meglio non cadere in equivoci comunque, visti i 300 cavalli e lo zero cento da 5.4 secondi che è in grado di staccare la S3 senza tetto.

    Audi RS2 Avant Nogaro Selection

    Un altro gradino più in alto ed eccola nel suo blu che è tutto un programma, tanto da identificarla: Audi RS4 Avant Nogaro selection, ovvero, la RS2 Avant 20 anni dopo.

    Quella collaborazione tra Porsche e Audi ha inaugurato un filone e la RS4 Avant Nogaro selection prova ad attualizzarne i contenuti. Motore profondamente diverso, perché il turbo benzina è stato rimpiazzato da un V8 aspirato che se vogliamo è un po’ controcorrente rispetto al trend. Il blu Nogaro resta invariato, senza dubbio assicura l’eleganza che si conviene a una station pepata.

    Audi RS Q3 by ABT Sportsline

    Non ha convinto tutti l’Audi RS Q3. A detta di alcuni il baby SUV di Ingolstadt, nella sua variante pepata, non è abbastanza sportivo e non merita le due lettere “RS” che normalmente sono un sinonimo di esclusività ed altissime prestazioni. Per questa variante è stato scelto il motore cinque cilindri turbo benzina da 2.480 cc rivisto da ABT e vitaminizzato, iniettando 100 CV in più e ben 110 Nm in più. Adesso l’Audi RS Q3 by ABT Sportsline ha una potenza massima di 410 cavalli ed una generosa coppia di 530 Nm. Per sottolineare l’esclusività di questa versione tuning, i designer hanno lavorato all’estetica per renderla più aggressiva ed appariscente.

    Audi TT Quattro Sport Concept

    Non c’è Audi TTS che tenga, la nuova Quattro Sport Concept è qualcosa che spinge il limite ancora oltre. L’Audi TT Quattro Sport Concept viene equipaggiata dal 2.0 litri TFSI che normalmente equipaggia anche le TT tradizionali. L’unità, però, ha subito le cure dei tecnici di Ingolstadt che hanno portato la potenza massima fino a quota 420 cavalli, unita ad una coppia motrice di 450 Nm.L’assetto della vettura è lo stesso della versione di serie, con sospensioni McPherson all’anteriore e Multilink a quattro braccetti al posteriore. Le sospensioni sono più basse e rigide rispetto alla taratura standard.

    Salone di Ginevra 2014, tutte le auto esposte