Audi: ecco la squadra di… annusatori

Un apposito analizzatore, inoltre, posto al fianco della squadra in azione analizza nel dettaglio l’influenza che la componente ambientale esterna determina su quegli odori

da , il

    Audi A5

    Anche l’auto al suo interno deve emanare un odore gradevole, altrimenti nella scelta il cliente sposta la sua attenzione esaminando anche altri componenti facendosi influenzare al punto da poter persino rinunciare all’acquisto nei casi estremi.

    Lo sa bene Audi che ha approntato una vera e propria squadra di “annusatori” col nome di “nose team” che analizza ed annusa gli interni dell’auto alla ricerca di eventuali cattivi odori. La particolare troupe è attiva dal 1985 ed è composta da sei persone e oltre tre “ in panchina”. Il lavoro si svolge annusando elementi del cruscotto in primis, estendendo la ricerca agli inserti in legno della vettura, alla pelle sparsa nell’abitacolo dei sedili ai rivestimenti laterali; i diversi componenti vengono sezionati e riscaldati a 80 gradi per due ore in appositi recipienti e poi fatto annusare dalla squadra che emetterà il proprio giudizio mediante un punteggio da 1 a 6; più si sale nella scala più l’odore è sgradito.

    Un apposito analizzatore, inoltre, posto al fianco della squadra in azione analizza nel dettaglio l’influenza che la componente ambientale esterna determina su quegli odori. Il risultato finale porta il costruttore a realizzare un’auto quanto più inodore possibile, visto che non è pensabile che una vettura emani fragranze che valgano per tutti i clienti.