Audi Metroproject Quattro: così la vede il suo realizzatore

da , il

    Audi Metroproject Quattro

    Parlando di Audi Metroproject Quattro, la concept car della Casa di Ingolstadt presentata a Tokio, è interessante raccogliere il parere del responsabile del design della Casa tedesca, Wolfganf Egger che tanto impegno, insieme e a tutto il suo staff, ha messo nella realizzazione della futura A1 .

    Secondo Egger, infatti, si è giunti a quest?auto perché l?obiettivo principale di chi l?ha pensata e realizzata, sia pure in veste di concept, è proprio la città, da qui il nome, ma non intendendo la Metroproject come una semplice e pura city car, ma come un?Audi, che sappiamo porre molta attenzione all?estetica, alla massima qualità, alla sportività e alla cura dei dettagli.

    Un?auto che si rivolge ai giovani, inoltre e che guarda poco o niente alla concorrenza perché Metroproject ha soluzioni inedite e molto particolari che poco hanno che spartire con i competitors. Resta la curiosità di sapere se un prototipo come questo richiede anni e anni di lavoro o si realizza in alcuni mesi. Forse la risposta ricevuta dal capo design Audi, potrà stupire qualcuno, apprendendo che per giungere al risultato finale c?è voluto poco più di mezzo anno, ma come non pensare che intorno ad un?auto, sia pure nuova, si beneficia dell?esperienza costruttiva di anni e anni con i suoi inciampi e i suoi traguardi raggiunti e, oltretutto, Metroproject, come si sa, non è ancora assurta ad auto definitiva, fatto, questo, che richiederà ancora molti mesi di duro lavoro.

    Ricordiamo che Metroproject Quattro anticipa quella che sarà per Audi la nuova A1 e sarà contraddistinta da forme semplici ma non essenziali, da sole tre porte e 4 posti, con una buona capacità di carico entro i 250 litri e con dimensioni poco sotto i 4 metri di lunghezza. La futura vettura avrà dalla sua il pregio di essere pochissimo inquinante e di consumi ridotti all?osso.

    Infatti, la futura A1 sarà un ibrido, con un motore 1.400 cc di cilindrata TFSI benzina in grado di elargire una potenza di 150 cavalli, oltre ad un motore elettrico da 30 Kw in grado di funzionare, in determinati impieghi da solo con un?autonomia di 100 chilometri o accoppiato al motore benzina ed in questo caso, la vettura godrà di una trazione integrale sviluppando maggior potenza.

    Interessanti a questo punto diventano i consumi, visto che la futura A1 con 1 litro di benzina giunge quasi a toccare i 21 chilometri di percorrenza. Come si diceva all?inizio, almeno allo sguardo, la Metroproject sembra poco pensata, inizialmente per la città, pur possedendone anche le caratteristiche, l?aspetto è sportivo e aggressivo, all?esterno come all?interno dove si riscontrano particolari accorgimenti e interventi su alcuni elementi, pur conservando in quest?auto la familiarità con le altre della Casa tedesca, si nota, infatti,in questa vettura quella grinta, generalmente riservata a modelli di classe superiori.

    Attesa per il 2009, all?Audi non si nascondono dietro quella soddisfazione che prelude l?immissione sul mercato di vetture importanti, certi che, come accaduto altre volte, anche quest?auto si farà quasi sicuramente.