Salone di Parigi 2016

Audi V6 TDI, inedito biturbo elettrico [VIDEO]

Audi V6 TDI, inedito biturbo elettrico [VIDEO]

Nuova tecnologia di sovralimentazione di Audi con il V6 TDI biturbo con compressore volumetrico elettrico

da in Audi, Motore-Turbo, Motori auto, Video Auto
Ultimo aggiornamento:

    Audi future lab: mobility /Audi Electric biturbo

    Un motore Audi V6 TDI biturbo con compressore elettrico potrebbe sembrare una stravaganza tecnologica, eppure è proprio quello che la Casa tedesca sta sviluppando e su cui sta investendo. Se da una parte, infatti, continua la corsa alle maggiori prestazioni, dall’altra sta diventando sempre più importante ridurre il più possibile i consumi. E questo è ovviamente necessario sia per questioni ambientali che per l’alto costo raggiunto dai carburanti, soprattutto nel nostro Paese. Le ricerche di Audi sulla mobilità del futuro vicino e lontano sono su più fronti, con le recenti dichiarazioni sulle nuove soluzioni e-Tron.

    In questo caso la base di partenza è decisamente tradizionale: il 3,0 litri turbodiesel di Audi che sviluppa una potenza di 313 cavalli e una coppia di 650 Nm. A quanto pare però, nonostante simili i valori, ci sono ancora margini di miglioramento. E in Audi non hanno pensato di aumentare ulteriormente la potenza, quanto piuttosto di rendere la risposta del motore ancora più pronta, soprattutto ai bassi regimi. L’idea non è nuova: unire al turbo ‘classico’ anche un compressore volumetrico. Ma in questo caso non si tratta di un compressore tradizionale messo in moto direttamente dall’albero motore, ma di un ben più moderno compressore elettrico.

    In questo modo, in pratica, entra in funzione solo quando i gas di scarico hanno una pressione troppo bassa per azionare la turbina, e cioè in tutte quelle situazioni in cui si avverte il classico ‘turbo lag’. Solo in questi casi l’aria viene deviata da una valvola e convogliata nel condotto del compressore elettrico, che attivandosi immediatamente sviluppa tutta la coppia richiesta dal guidatore.
    Il principale vantaggio di un sistema del genere rispetto all’accoppiata turbo-compressore tradizionale è legato proprio alla possibilità di adattarsi alle necessità. Così i maggiori consumi tipici del volumetrico verrebbero ovviati, proprio perchè non si ritroverebbe ad essere continuamente trascinato dall’albero motore. Secondo i tecnici di Audi le prestazioni risultano essere eccezionali, ma ancora più interessanti risulterebbero i dati riguardanti i consumi (che però non sono stati dichiarati). L’energia per azionare il compressore elettrico proviene dalla batteria principale, che viene ricaricata anche grazie al recupero di energia in frenata.
    Per il momento non possiamo ancora sapere se questa nuova tecnologia verrà introdotta nella produzione in serie. Non resta quindi che attendere ulteriori sviluppi.

    435

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AudiMotore-TurboMotori autoVideo Auto Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI