Ausiliari del Traffico, come ricorrere contro una loro multa

da , il

    Ausiliari del traffico

    Sappiamo già, non foss’altro perché di questo ci ha già informati la Corte di Cassazione, quali sono i limiti entro i quali possono agire gli Ausiliari del Traffico.

    Esempio, tali figure di supporto all’opera dei Vigili Urbani, non possono multare chi percorre, senza averne diritto, la corsia preferenziale dell’autobus con 68 euro d’ammenda.

    Ma se ci imbattiamo in un Ausiliario troppo zelante, come difenderci? A venirci in soccorso il ricorso al Giudice di Pace presso la città dove è stata commessa l’infrazione e per farlo avrete 60 giorni di tempo dalla notifica.

    Nel ricorso bisognerà indicare l’infrazione contestataci, senza dimenticare di indicare che tale violazione è stata rilevata da un Ausiliario del Traffico.

    Dovrete a questo punto citare la Sentenza n. 18186/2006 della Corte di Cassazione. Non andate oltre i 60 giorni, trascorsi i quali, perdereste l’eventuale rimborso a voi spettante.