Auto a gas, conviene sempre di più

da , il

    GPL

    Continuano in tutta Italia le iniziative governative promosse dal Ministero dell’Ambiente per incentivare la trasformazione delle auto a benzina in GPL o metano, sfruttando un piano d’intervento messo a punto dal Governo facente capo ad uno stanziamento di 20 milioni di euro da destinarsi alle Amministrazioni Locali italiane, delle quali hanno usufruito, fino adesso, 168 comuni fra questi, recentemente, si è aggiunta anche la città di Catania.

    L’incentivo, a favore di quanti vorranno procedere alla trasformazione della propria vettura, usufruendo dell’alimentazione a gas, ammonta a 350 euro e verrà scontato dall’importo di fattura emesso dalle officine autorizzate.

    Condizione essenziale per accedere all’incentivo è quella che le auto a benzina, appartenenti alla categoria Euro 1 o Euro 2, in genere immatricolate dal 1993 al 2000, siano in regola con la revisione periodica, ovvero, possano esporre il tradizionale “bollino blu”. Sarà il responsabile dell’officina a seguire l’esatto iter e verificare la sussistenza dei requisiti per accedere al contributo.

    L’iniziativa fa parte del quadro di quelle promosse atte a migliorare la qualità dell’aria, soprattutto dei grandi centri urbani, in considerazione del minor impatto ambientale delle emissioni inquinanti di auto alimentate a gpl o a gas metano, rispetto alle corrispettive a benzina.