Auto a idrogeno in commercio: prezzo e come funziona [FOTO e VIDEO]

Auto a idrogeno in commercio: prezzo e come funziona [FOTO e VIDEO]

Quali sono le auto ad idrogeno presenti sul mercato? Pochissima roba fino ad ora, se non per il mondo giapponese, l'unico ad avere sviluppato questa tecnologia

da in Auto nuove, Motori auto
Ultimo aggiornamento:
    Hyundai ix35 FCEV: prezzo dell'auto a idrogeno

    Anni. Sono passati anni da quando sono state timidamente lanciate o presentate, in occasione dei Saloni dell’Automobile di tutto il mondo. Eppure se ne parla poco, vuoi per scetticismo o per mancanza di fiducia. Di cosa parliamo? Delle auto ad idrogeno! Torniamo alla ribalta con questo tipo di tecnologia, che promette di abbattere consumi e le emissioni di CO2, garantendo una propulsione a base di un atomo che possiamo trovare nell’acqua.

    Come funzionano?

    Ma prima di tutto vediamo come funziona questa tecnologia: la propulsione, e quindi il moto della vettura, avviene grazie ad un motore elettrico. A differenza delle auto come la Chevrolet Volt, che hanno la riserva energetica immagazzinata nel pacco batterie, le auto ad idrogeno utilizzano serbatoi pieni di H (simbolo atomico dell’idrogeno, appunto) per generare continuamente l’energia elettrica necessaria a far girare il motore. Questi serbatoi permettono all’elemento di reagire con dei catalizzatori speciali, costituiti da placche di platino (che però costano….): così facendo i legami chimici vengono rotti e viene liberata energia.
    Il più grande pregio di questo tipo di alimentazione è l’azzeramento di emissioni di CO2, perché la risultante di questa reazione chimica si traduce in acqua e calore, entrambi non dannosi per l’ambiente.
    Adesso che sappiamo il come, dobbiamo anche sapere il cosa, cioè quali sono le auto che attualmente circolano sfruttando l’idrogeno come combustibile! Ebbene sono poche, anzi pochissime. Si conta che solo negli Stati Uniti ne circolino poche centinaia. Questa mancata commercializzazione parte dagli stessi brand, che hanno iniziato ad investire sullo sviluppo ma poi hanno fatto dietro-front. Ma qualcuno ci crede ancora.

    Honda FCX

    Honda FCX 1999

    Uno dei programmi si sviluppo più longevi, ed anche l’unico ad oggi tangibile, appartiene alla giapponese Honda, che già nel 1999 proponeva la FCX, che venne successivamente migliorata e lanciata sul mercato, a partire dal 2008, con il nome di FCX Clarity. E’ una berlina lunga 4,83 metri con motore da 140 cavalli, che può ospitare comodamente quattro persone, raggiungere la velocità massima di 160 km/h e percorrere 430 km con un pieno. Il prezzo? Non è definito perché il contratto di acquisto è unicamente sotto forma di leasing, con un impegno di 3 anni ed un canone mensile di circa 600 dollari….il tutto nello stato della California.

    Il mondo Hyundai

    Hyundai, a differenza di quanto fatto finora da Honda, è il primo costruttore a puntare alla produzione di una IX35 ad idrogeno su larga (per modo di dire…) scala. A differenza del modello che tutti conosciamo, avrà due serbatoi per l’idrogeno, che in totale hanno una capienza di 144 litri. La potenza complessiva è di 100 kW e l’autonomia si attesta a quota 600 km. La velocità massima dichiarata dalla casa è di 160 km/h. Nonostante la produzione è prevista per il 2015, due modelli sono stati già consegnati in Francia e circolano regolarmente. Il prezzo di questo suv di aggirerà sui 50.000 euro circa.

    Ma la casa coreana non si è fermata qui: ha presentato anche la Intrado, suv di piccole dimensioni (4.17 metri di lunghezza). Grazie ad un attento lavoro sui materiali costruttivi ed alla batteria tampone agli ioni di litio da 36 kWh, la Intrado promette una velocità massima di 180 km/h ed uno scatto 0-100 km/h coperto in 8 secondi.

    toyota fcv concept photo 556462 s 1280x782

    Torniamo in Giappone per prendere in considerazione l’ultimo brand davvero impegnato nel campo delle fuel cells: la Toyota. Negli anni passati il lancio di prototipi dai costi esorbitanti (parliamo di prezzi nell’ordine dei 700.000 euro) ha penalizzato il mercato, ma la nuova arma della Toyota sarà costruita su base FCV: lunga 4,9 metri, larga 1,8 metri ed alta 1,5 metri avrà una potenza di 100 kW ed un’autonomia dichiarata di 500 km. Il prezzo di lancio sarà di circa 75.000 euro, ma Soichiro Okudaira, responsabile R&D Toyota, afferma che in pochi anni il prezzo potrebbe scendere fino a 45.000 euro.

    730

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveMotori auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI