Auto km 0: cosa sono, significato e quanto si risparmia

Focus sulle auto a km 0: cosa sono, quanto si risparmia e quali caratteristiche devono avere per essere reputate tali

da , il

    Auto km 0: cosa sono, significato e quanto si risparmia

    Auto km 0: cosa sono, significato e quanto si risparmia - Acquistare un’auto nuova non sempre si rivela una mossa arguta. I costi da sostenere sono il più delle volte elevati e neanche i classici finanziamenti ad hoc riescono a lenire un esborso così consistente. Esistono, però, delle vie alternative per acquisire a prezzo contenuto un’auto pressoché nuova. E’ il caso delle auto a km 0. Trattasi di vetture che dopo aver stazionato per un certo periodo in un salone vengono vendute dal concessionario a prezzo inferiore a quello di listino in quanto hanno un kilometraggio irrilevante, o comunque mai superiore ai 100 km. E tra l’altro trovare auto a km 0 non è un’operazione complessa: spesso e volentieri i venditori si trovano ad ordinare un surplus di vetture e a immatricolarle a proprio nome pur di raggiungere premi ed incentivi fissati dalla casa madre. Queste auto, il più delle volte in esubero rispetto alle previsioni di vendita, finiscono poi inevitabilmente sul mercato a prezzi favorevoli. Facciamo, quindi, un po’ di chiarezza in merito.

    Auto km 0: significato e cosa sono

    L’abbiamo già un po’ accennato, ma spieghiamolo per bene. Un’auto a km 0 è una vettura che un concessionario si trova ad aver ordinato, ma che effettivamente non ha un proprietario. Infatti l’industria automobilistica funziona principalmente sulla base di ordini derivanti dai clienti finali, che trainano la produzione. Tuttavia, per esigenze di logistica dei fornitori e della produzione stessa, si cerca di mantenere non troppo variabile il numero di auto prodotte mensilmente. Questo significa che un concessionario ha, per accordi con la casa madre, un numero di auto che deve acquistare ogni mese. Se, poi, il costruttore automobilistico fissa un certo target di vendita, a quel punto il concessionario si vede incentivato ad immatricolare queste vetture (che altrimenti sarebbero solo delle vetture in pronta consegna, ma non immatricolate) per raggiungere dei bonus in denaro sulle auto vendute. Dato che queste auto, come detto, non hanno già un proprietario, il concessionario intesta a suo nome le vetture e le immatricola. Ed è proprio qui la differenza tra nuova e km 0: sono auto nuove a tutti gli effetti, non sono state usate da nessuno, ma formalmente risultano già con un proprietario alle spalle (il concessionario). Le auto a km 0 convengono perchè, dal momento che il concessionario ha ricevuto un bonus sulle vendite grazie proprio a queste vetture, per non farle rimanere troppo a lungo nel proprio piazzale è incentivato a proporle con un forte sconto rispetto al prezzo di listino.

    Prezzo auto Km 0 e incentivi

    Solitamente un’auto km 0 presenta un prezzo inferiore del 20-25% rispetto a quello di listino. Una riduzione significativa che spesso fa la differenza, nonostante questa soluzione non dia la possibilità di scegliere colori, allestimenti e quant’altro. Non sempre però comprare un’auto a km 0 si rivela la migliore soluzione possibile. Bisogna infatti ricordare che le auto a km 0 non usufruiscono di incentivi statali né tantomeno delle promozioni lanciate dalla casa madre. Per cui all’atto di acquistare una vettura è necessario verificare se sia più conveniente optare per un’auto nuova usufruendo di tutte le incentivazioni del caso, oppure per una soluzione differente.

    Al discorso del prezzo bisogna, poi, aggiungere anche un altro aspetto. Un’auto km 0 deve fare il passaggio di proprietà, come fosse una macchina usata come le altre. I costi della pratica vengono generalmente inclusi nel prezzo finale della vettura o possono essere a carico del venditore, come una sorta di incentivo.

    Auto km 0 e auto aziendali

    Va inoltre ricordato che “auto km 0” non è un sinonimo di auto aziendale”. Le “auto aziendali”, infatti, vengono spesso adoperate dagli impiegati della concessionarie per gli spostamenti o per far fare i test drive ai potenziali clienti. Nel momento in cui vengono messe sul mercate possono anche presentare una percorrenza di migliaia di km: in questo caso parliamo di auto usate vere e proprie, seppur con pochi km (generalmente meno di 5000 km) e con pochi mesi di vita alle spalle.

    Garanzia sulle auto km 0

    A riguardo della garanzia, è bene dire che per legge ammonta a 12 mesi, ammesso che ciò sia specificato nel contratto. Diversamente la durata potrebbe estendersi fino a 24 mesi.

    Auto km 0: consigli e cosa controllare

    Trattandosi di vetture nuove, sulle auto km 0 cosa controllare in realtà è meno rilevante rispetto ad una macchina usata. Non è necessario verificare lo stato di usura di certi componenti, perchè l’auto non è mai stata usata. Invece, i consigli sulle auto km 0 potrebbero riguardare la verifica attenta delle dotazioni della vettura. Facciamo un esempio: le auto ordinate “in eccesso” dai concessionari, generalmente, sono in allestimento standard, senza particolari aggiunte di sorta. E generalmente, poi, anche i colori della carrozzeria vengono scelti in base a quelli che si vendono di più. Tuttavia questo significa che potremmo trovare tante auto km 0 senza alcune dotazioni abbastanza interessanti, che normalmente sono optional. Questo è un problema che riguarda in particolar modo le citycar o le utilitarie, dove le dotazioni di serie degli allestimenti base o intermedi non sono molto ricche. Ad esempio potremmo rischiare di trovare un’auto con l’omologazione a 4 posti anzichè a 5 posti; un’auto senza il divanetto posteriore frazionato ma in un pezzo unico; un’auto senza i fendinebbia; un’auto senza la ruota o il ruotino di scorta, e così via.

    Come si è già detto, poi, è anche importante verificare che il prezzo della stessa auto comprata nuova non sia troppo diverso dalla km 0, in caso di incentivi o particolari sconti da parte della casa. Talvolta i concessionari, nel caso di tante auto km 0 nel piazzale, potrebbero cercare di spingervi a comprare una di queste piuttosto che ordinarne una, ma senza un reale vantaggio monetario per voi.

    Il periodo migliore per le auto a km 0? Difficile a dirsi, dato che nell’arco dell’anno la stagionalità del fenomeno non segue delle regole ben precise. Ci possono essere dei mesi in cui la casa madre spinge di più sulle vendite di un particolare modello e, quindi, i concessionari si vedono costretti a fare più km 0. Tuttavia le km 0 sono interessanti in particolar modo verso la fine della carriera di un modello o, addirittura, quando il nuovo modello è già uscito. In questi casi i concessionari saranno propensi a sconti ancora più forti. Su internet è facile consultare diversi annunci di vendita, per rendersi subito conto delle migliori offerte nella propria zona.