Auto a metano: nel 2015 saranno 17 milioni

Secondo una ricerca compiuta da Pike Research negli Stati Uniti, le auto a metano saranno 17 milioni nel 2015

da , il

    Auto-a-metano

    Secondo una ricerca compiuta da Pike Reaserch le auto a metano conosceranno presto il loro momento di gloria. Nell’arco di sei anni le vettura alimentate con questo gas “verde” saranno 17 milioni e copriranno il mercato globale accaparrandosi fette sempre maggiori di domanda. La ricerca, diffusa in Italia dall’Osservatorio Metanauto, è stata condotta negli Stati Uniti. Lo scenario dipinto è piuttosto rassicurante. Basta pensare che nel 2008 i veicoli alimentati a metano erano 9,7 milioni, oggi sono poco più di 10 milioni.

    Nel 2015 lieviteranno di oltre 7 milioni, insieme a tutte le altre proposte ecologiche che stanno prendendo piede negli ultimi tempi. Le vendite annue di auto a metano, secondo l’indagine, potrebbero superare i 3 milioni già a partire dall’anno prossimo. Dovremo ringraziare, spiega il team di ricerca, le aziende e gli enti statali, che mirano a inverdire la propria immagine – e tagliare i propri costi – rivoluzionando le flotte interne.

    Eppure l’auto a metano richiede ancora uno sforzo per sfondare davvero: servono politiche di incentivazione per ridurre i prezzi al consumo (eco-incentivi statali), campagne di informazione efficaci, lo sviluppo della rete di distribuzione e manovre economiche per ridurre la dipendenza dal combustibile fossile non rinnovabile per eccellenza, il petrolio, l’oro nero.

    Anche l’italia è chiamata all’appello. Secondo Federmetano, nella persona del suo Presidente Dante Natali, l’Italia “dispone di un settore industriale legato al metano per autotrazione fra i più evoluti al mondo” ed è invitata a stimolare l’espertazione di questa preziosa risorsa. Inoltre, è proprio il nostro paese il leader europeo in termini di numero di veicoli a metano circolanti.