Auto a metano? sfortunato chi ce l’ha!

Auto a metano? sfortunato chi ce l’ha!
da in Auto a Metano, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Ecco una stranezza tutta Made in Italy…. Da un lato si concedono agevolazioni per l’acquisto di auto a metano che inquinano e consumano molto meno, dall’altro non si incentiva, parallelamente, la creazione di nuovi impianti; risultato, chi ha l’auto a metano si “imbarca” in un’avventura degna di…. Indiana Jones.

    Difatti gli italiani, spinti dalla molla delle facilitazioni per acquistare auto alimentate con questo gas e dall’indubbio vantaggio nel possederle, con risparmi anche dell’ordine del 60% rispetto ad auto similari a benzina, hanno aderito in massa al metano, se si pensa che circolano quasi mezzo milione di queste vetture, ma provate a fare un viaggio con quest’auto e vedrete che…. emozione il sapere di rischiare di continuare il viaggio a piedi! Basti pensare che in Italia ci sono appena 573 distributori di servizio che erogano metano e che negli oltre 520 chilometri che separano Milano da Roma se ne incontrano solo due.

    E, ancora, fra nord e centro Italia si soffre relativamente poco, pensate se aveste la felice idea di scendere da Roma in giù, il prossimo distributore lo trovereste, infatti, solo a Reggio Calabria e si, che di strada ne avrete fatta…. A piedi! per raggiungerlo!

    Vero è che per chi deve investire in una area di servizio a metano deve fare i conti con cifre non certo da capogiro, si parla di circa 150 mila euro, ma sicuramente importanti se si pensa l’esiguo parco auto con questa alimentazione, ma finchè le cose stanno in quest’ordine, “eroi” disposti ad acquistare o trasformare una vettura a metano ce ne saranno sempre meno e, allora?

    La soluzione si profilerebbe all’orizzonte, ma si sa, nel nostro Paese i tempi sono decisamente più lunghi non tanto per attuare le opere, quanto per pensarle; basta inserire, dicono gli addetti ai lavori, nel disegno di Legge Bersani, un paio di norme e si risolverebbe tutto. La prima, non dare concessioni all’apertura di nuove aree di servizio se queste non sono predisposte anche per detenere le colonnine di metano, la seconda… dare incentivi a quelle che non ce l’hanno e potrebbero istituirle.

    Difficile, forse, ma chissà perché i problemi invece di risolversi dal capo si preferisce affrontarli dalla coda; ovvero, che senso ha fare tanto chiasso, inveire con l’inquinamento delle città, penalizzare tutti e inneggiare al metano, se ai disperati che ce l’hanno non resta altro che….. attaccarsi al tubo del… gas!

    410

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto a MetanoMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI