Auto bi-fuel: sconti fino al 50%

Auto bi-fuel: sconti fino al 50%

La crisi dell'auto apre anche nuovi scenari dove comprare diventa più conveniente se a questo aggiungiamo gli ecoincentivi per chi acquista auto a basso impatto ambnientale, mai come adesso acquistare un'auto è divenuto tanto conveniente

da in Fiat Panda, Incentivi Auto, Promozioni auto nuove
Ultimo aggiornamento:

    Fiat Panda a metano

    Forse a furia di sentire parlare di crisi dell’auto, di recessione, di congiunture economiche negative, stiamo perdendo un aspetto che l’attuale indubbio momento difficile ha apportato alle nostre capacità di spesa, la deflazione innanzitutto e la possibilità di risparmiare all’inverosimile, quando pensiamo all’acquisto dell’auto, sfruttando gli incentivi governativi in tema di impatto ambientale.

    Nel primo caso, il fenomeno della deflazione che accompagna ogni crisi economica fa si che al calare della domanda anche l’offerta per adeguarsi alle rinnovate esigenze del mercato, deve sottostare alle ferree leggi dell’economia e, dunque, ciò che ieri acquistavamo cento, oggi, a parità di contenuti, compriamo a settanta/ottanta; un fenomeno questo che riguarda anche il settore automotive.

    In tema di ecoincentivi, invece, in pochi sanno che, secondo l’analisi condotta dal Centro Studi Promotor, oggi è possibile acquistare un’auto a basso impatto ambientale e quale carburante oggi è tale se non il GPL ed il metano, dove in sede di acquisto di un’auto alimentata con questi carburanti si può risparmiare qualcosa molto prossima al 50% sul prezzo di listino se ci si orienta verso la rottamazione del proprio usato immatricolato non oltre il 1999 .

    Si pensi a risparmi dell’ordine degli oltre 7.500 euro per chi sceglie un’auto alimentata con sistemi bi-fuel che godono del primo sconto per la rottamazione, del secondo sconto per effetto degli ecoincentivi e del terzo sconto elargito a piene mani dai concessionari.

    Un esempio ce lo da la Fiat con la Panda 1.200 Dynamic Natural Power che si acquista con ben 6.400 euro di sconto generati dalla somma del primo abbuono di 3.500 euro per le agevolazioni previste per l’auto a metano, aggiunti ai 1.400 euro per la rottamazione e la differenza potrebbe mettercela anche il concessionario che avrà applicato un ulteriore sconto del 10% circa. Il risultato è una Panda che in siffatte condizioni anzicchè costare 14.000 euro, che è il prezzo all’incirca di listino, costerà intorno a 7.600 euro.

    La stessa cosa potrebbe accadere acquistando la Renault Clio Storia 1.200 GPL Confort dove il risparmio potrebbe essere prossimo a 4.500 col risultato che anzicchè costare l’auto 13.000 euro costerà 8.500 euro.

    E, poiché, tutti i marchi tendono a lanciare più che possono le loro propostebi-fuel, tali risparmi si avrebbero con tutti i marchi, compreso con la Toyota Prius 1.500 e la Honda Civic Hybrid 1.300 che godono per tutto quanto visto di sconti oltre i 7.500 euro. Ben altra cosa quando si sceglie un’auto alimentata a benzina o gasolio, in questo caso con la rottamazione lo sconto non potrà mai essere prossimo al 50%, al massimo si giunge al 20% che non è poco ma…. vuoi mettere!

    519

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fiat PandaIncentivi AutoPromozioni auto nuove
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI