Auto blu, il Tar dice no agli enti locali

Le auto blu non devono essere utilizzate dagli enti locali

da , il

    auto blu tar enti locali

    Niente auto blu agli enti locali, è quanto è stato stabilito dal Tar del Lazio che ha in questo modo disposto lo stop alle vetture di questo tipo che erano in uso a personale che lavorava nelle regioni e negli enti locali. La sentenza è arrivata dopo un ricorso fatto dal Codacons, che aveva impugnato un decreto legge che aveva amoliato la disponibilità del benefit a diversi soggetti che, secondo l’associazione dei consumatori, erano troppi.

    Il decreto del governo, che puntava a diminuire i costi per le auto blu, è stato bocciato con la motivazione che il fatto di aver incluso anche gli enti locali fra i beneficiari dell’utilizzo delle auto blu, non solo non trova fondamento nella norma primaria, ma non rivela nemmeno dei profili di ragionevolezza e logicità apprezzabili con immediatezza, soprattutto in merito all’onere che poi sarebbe sostenuto dalla finanze pubbliche per l’utilizzo di questi mezzi di servizio. Il tribunale ha disposto anche che entro 60 giorni il presidente del Consiglio riformuli il decreto, limitando maggiormente i beneficiari delle auto blu.

    Una decisione che sembra essere molto ragionevole e che farà sicuramente piacere a tutti i contribuenti italiani, soprattutto alle loro tasche, visto che in questo momento sono 90.000 le auto blu nel nostro Paese e sono indubbiamente troppe, anche perchè il loro costo complessivo annuale è di 4 miliardi di euro e non si sa bene se siano davvero tutte così necessarie. Queste rappresentano una spesa molto ingente per un Paese che ha altri costi più importanti da affrontare e di certo anche più utili per la collettività.