Auto che consumano meno 2017, la classifica [FOTO e VIDEO]

Auto che consumano meno 2017, la classifica [FOTO e VIDEO]
da in Auto 2017, Auto Ecologiche, Auto nuove, Classifiche auto, Consigli e Guide
Ultimo aggiornamento: Giovedì 16/02/2017 12:17

    auto che consumano meno 2017

    Oggi parliamo della classifica delle auto che consumano di meno 2017. Con i tempi che corrono ed il progresso tecnologico in campo automotive, la ricerca di motori sempre più efficienti è diventata economicamente indispensabile. Propulsori parchi nei consumi e che permettano elevate percorrenze sono ciò a cui aspira l’automobilista medio: con una scelta oculata si possono abbattere notevolmente i cosiddetti “costi vivi” di gestione. Ma se dovessimo comprare un’auto, quale modello e motore prenderemmo in considerazione? Noi veniamo in vostro aiuto, con la classifica delle auto con i consumi più bassi che attualmente offre il mercato. (Dati riferiti al ciclo misto)

    Renault Clio

    Renault Clio: , recentemente ristilizzata, grazie al motore 1.5 litri dCi S&S 82g, da 90 cavalli, riesce ad offrire un consumo di 3.3 litri per 100 km (circa 31 km al litro). Come per tutti i modelli presi in esame in questa classifica, il valore è quello dichiarato dal costruttore nel ciclo misto NEDC, assolutamente irrealistico nell’utilizzo quotidiano, pertanto sono consumi dichiarati da prendere molto con le molle, in attesa che entri in vigore il nuovo ciclo di misurazione di consumi ed emissioni Real Driving Emissions.

    Toyota Yaris Hybrid

    Seppur di poco, i consumi cominciano a salire, e così siamo arrivati al nono posto: Toyota piazza la sua Yaris Hybrid con motore 1.5 litri da 100 cavalli, sempre E-CVT, che consuma solo 3.3 litri/100 km grazie all’ausilio del motore elettrico accanto a quello termico.

    Volvo V40

    Buona posizione per una delle pochissime berline dalle dimensioni generose. Volvo V40 si colloca in ottava posizione, grazie al motore turbodiesel D2 in versione Eco, con 120 cavalli e 280 Nm di coppia massima. Gli accorgimenti sull’aerodinamica hanno consentito di arrivare a dichiarare un consumo di 3.2 litri/100 km e prestazioni adeguate: 190 orari e 10″2 in accelerazione.

    E’ con la carrozzeria tre porte che Opel Corsa ottiene il miglior risultato (differenze comunqe nell’ordine dello zero virgola) di 3.2 litri/100 km. Motore 1.3 litri CDTI, turbodiesel da 95 cavalli in versione ecoFLEX con start&stop di serie. La spinta di 190 Nm è buona e permette di fare i 182 km/h e accelerare in 11″9 da zero a cento. Peccato per il cambio manuale 5 marce e non 6.

    Ford Fiesta

    Aspettando la nuova generazione, pronta al debutto, Ford Fiesta si colloca nelle posizioni intermedie della classifica delle auto che consumano meno. Con 3.2 litri/100 km, il motore 1.5 litri TDCI sviluppa 95 cavalli e anche qui gli accorgimenti per la versioen ECOnetic riducono le emissioni fino a 82 g/km. Cambio 5 marce, 178 km/h di velocità massima e 12″9 in accelerazione, la coppia di 185 Nm non è al vertice relativamente alla cubatura del motore.

    Se si mettono insieme un motore già di per sé molto parco e un’auto particolarmente leggera, ecco che anche un crossover può consumare molto molto poco. Con 3.1 litri/100 km dichiarati, C4 Cactus si installa in quinta posizione. L’unità BlueHdi 1.6 litri eroga 100 cavalli e ben 254 Nm di coppia. Un po’ rumoroso a freddo, il motore ha una progressione lineare sebbene anche qui abbiamo un cambio 5 marce. Da zero a cento accelera in 10″0, la velocità massima è di 184 km/h.

    Chi l’ha detto che si deve aver per forza un motore turbodiesel per consumare poco? Le bifuel a metano o gpl sono particolarmente indicate per quegli automobilisti che si muovono essenzialmente in città e i vantaggi di una circolazione anche in caso di blocco del traffico non sono poca cosa. Stesso motore per Lancia Ypsilon e Fiat Panda, il bicilindrico TwinAir in versione bifuel a metano consuma appena 3.1 litri/100 km, offrendo 85 cavalli e 145 Nm di coppia. Prestazioni acccettabili, 170 km/h di velocità massima e 12″ per accelerare da zero a cento.

    Riecco un turbodiesel, ed è lo stesso di Citroen C4 Cactus, il BlueHdi del gruppo PSA installato su Peugeot 208. Ma la potenza ridotta ad appena 75 cavalli, pur con 230 Nm di coppia, migliora ulteriormente i consumi, assistito dallo start&stop. Bastano 3 litri/100 km secondo il costruttore. Le prestazioni non sono esaltanti, ma possono bastare: 171 km/h e 13″3 in accelerazione.

    Toyota Prius

    Toyota Prius è l’auto con il motore termico dal rendimento più elevato, ben il 40%. Se all’1.8 a Ciclo Atkinson si abbina l’unità elettrica che svolge anche i compiti di cambio, ecco che abbiamo una berlina dalle dimensioni generose, ben 4 metrie 54 centimetri, che offre tanto spazio nel bagagliaio (501 litri), accontentandosi di appena 3 litri/100 km. Pulita, emissioni di appena 70 g/km nella versione Active, accelera in 10″6 da zero a cento e raggiunge i 180 km/h, tutto sommato un buon equilibrio.

    Sbaragliano la concorrenza, le tre citycar del gruppo Volkswagen. Ci riescono proponendo un corpo vettura micro (siamo a 3 metri e 56 di lunghezza), un peso piuma e un motore bifuel a metano aspirato. Le prestazioni passano in secondo piano, lo spazio a bordo pure, essenzialmente sono mezzi a vocazione esclusivamente cittadina, che si accontentano di 2.9 litri/100 km nel ciclo misto. Il motore è un mille da 68 cavalli, con 90 Nm di coppia (pochini) e prestazioni sufficienti: 160 km/h di velocità massiam e 14″4 in accelerazione. Se non avete esigenze di spostamenti extracittadini, necessità di carico nel bagagliaio, allora ecco i modelli che riescono a far meglio in termini di consumi

    1034

    PIÙ POPOLARI