Auto che si guida da sola: la Google car senza volante né pedali [VIDEO]

Google realizza la prima auto a guida autonoma, non una conversione di un modello esistente, bensì un progetto specifico

da , il

    Auto che si guida da sola: arriva la Google Car

    Guidereste mai un’auto del genere? Prima di rispondere, è bene dirvi alcune cose sull’auto che si guida da sola di Google. Infatti, la risposta è del tutto indifferente: semplicemente non si guida. Gli esperimenti di veicoli a guida autonoma si sono sempre più intensificati negli ultimi anni, ma adesso arriva un progetto ad hoc, non una conversione di automobile tradizionale per essere pilotata da un computer, bensì qualcosa che sia anche aderente alla logica di un’auto che fa a meno dell’elemento umano.

    Semmai dovessero diventare realtà, una delle strade sul design e la funzione delle auto a guida autonoma potrebbe essere quella di commuter cittadini dagli ingombri minimi, mezzi a corto raggio, dalla propulsione elettrica e pensati per due passeggeri. Dall’altro lato c’è l’idea contraria, quella sviluppata da Rinspeed su base Tesla, ovvero, un’auto che trasformi gli interni in ufficio viaggiante, mantenendo ingombri e forme tradizionali.

    Tornando alla prima auto di Google, non si può non sorridere davanti al design simpatico, quasi da cartone animato. La ribattezziamo Koala, per quel grigio della carrozzeria, il radar centrale a mo’ di naso e i fari a filo. Due posti (all’apparenza anche molto comodi) e nient’altro, né volante, men che meno i pedali di gas e freno. Funziona grazie a laser, sensori e radar che la guidano su strada: basta impostare la destinazione – attraverso il display interno, ovviamente integrato con Google Maps – e l’auto fa tutto da sé. Un particolare curioso: con tanta tecnologia, non c’è la radio. Chissà se per ragioni di possibili interferenze con il sistema che governa l’auto o per altre scelte: non è ancora chiaro.

    Ne verranno prodotte un centinaio, tutti prototipi destinati allo sviluppo, con le prime unità provviste anche di un backup di comandi manuali per intervenire nel caso qualcosa andasse storto. La velocità massima è limitata a 40 km/h e il motore, come annunciato, è elettrico.

    Fabiano Polimeni