Auto del futuro: macchine volanti? No, ma saranno sempre connesse

Auto del futuro: macchine volanti? No, ma saranno sempre connesse

Come saranno le auto del futuro? Voleranno? No, però avranno un sacco di tecnologia a bordo e saranno sempre connesse

da in Auto nuove, Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:

    Le auto del futuro saranno volanti? L’evoluzione della tecnica e della tecnologia applicata al mondo dell’automotive è un settore che, soprattutto negli ultimi anni, ha visto un boom di innovazione come se ne sono registrati pochi in passato. Ormai l’auto è diventata una seconda casa, un ambiente accogliente che permette di avere accesso ad ogni tipo di comodità. Se solo pensiamo che lo studio (e lo sviluppo) di auto a guida autonoma è arrivato quasi a conclusione, e che quindi potremmo vedere automobilisti tranquillamente intenti a leggere il giornale e bere il caffè durante il tragitto casa-lavoro, ci rendiamo conto anche di quanto la tecnologia abbia cambiato anche il tipo di approccio verso l’auto inteso come oggetto: tra noi e lei si è creato una sorta di cuscinetto fatto di comodità, che filtra certe sensazioni che i puristi vorrebbero continuare ad assaporare appieno. Comunque il progresso non si ferma, allora vediamo insieme quali sono le tecnologie che adotteranno le auto del futuro, alcune delle quali saranno disponibili già tra qualche anno.

    Comandi vocali completi

    Come gli smartphone di ultima generazione anche le auto implementeranno dei comandi vocali completi ed efficienti, siano essi introdotti per comandare la radio ed il computer di bordo oppure per mandare un semplice sms. Il collegamento attivo con il proprio smartphone, poi, apre un mondo di possibilità fatto di social network, con l’aggiornamento di stato su Facebook oppure l’invio di un tweet in modo completamente “hands free”.

    Tecnologia WiFi

    L’auto diventerà (ma in alcuni casi lo è già diventata) un pratico hotspot che fornisce connessione ad internet via wifi. Basterà salire a bordo per collegare il proprio smartphone, tablet o laptop ed accedere alla rete in modo pratico e veloce, così da poter completare, ad esempio, un lavoro iniziato a casa e non ancora terminato. Non ci saranno barriere sull’intrattenimento di bordo che cambierà radicalmente, potendo usufruire di contenuti attualmente non accessibili. I bambini ringrazieranno sicuramente…..ed i genitori anche.

    NFC e comandi remoti

    Avete presente gli attuali elettrodomestici o “gingilli elettronici” comandabili facilmente tramite smartphone (via internet) grazie ad un proprio indirizzo ip? Bene, una cosa del genere dovrebbe accadere anche per l’auto. Magari non sarà necessario sfruttare un sistema con indirizzo ip proprietario e basterà una tecnologia come il bluetooth o la NFC, ma l’idea è quella di rendere settabili determinate impostazioni da remoto: accensione delle luci, del climatizzatore per far raffreddare o riscaldare l’auto, accensione dei fari. Tutto sarà possibile grazie ad applicazioni dedicate che comunicheranno con tutti i sistemi elettronici di bordo.

    Controllo traffico e stile di guida

    Alla selezione dello stile di guida, con relativo cambio del comportamento dell’auto, siamo già abituati ormai da qualche anno. Attualmente, però, è compito dell’automobilista andare ad impostare la modalità di guida che più preferisce: in un futuro non troppo lontano tutto sarà automatico, perchè l’auto si adeguerà allo stato d’animo ed al comportamento del guidatore adattando, di conseguenza, sia le prestazioni che i consumi alla verve del momento.

    A questo si aggiungerà un monitoraggio costante del traffico, così da consigliare strade alternative e meno dispendiose in termini di tempo e di carburante.

    Condivisione informazioni da auto ad auto

    Le auto del futuro comunicheranno in modo attivo e passivo tra loro, scambiandosi informazioni ed adottando autonomamente comportamenti a favore della sicurezza. Questa tecnologia aiuterebbe a monitorare la presenza di ostacoli sulla carreggiata, la velocità di scorrimento del traffico e le azioni intraprese dal singolo automobilista, interfacciandole in un’ampia rete di comunicazione che si autogestirà al fine di evitare incidenti o, comunque, il crearsi di situazioni potenzialmente pericolose.

    Computer di bordo funzionali

    Tra qualche anno le auto cominceranno ad avere un ruolo attivo durante ogni singolo viaggio: non si limiteranno ad offrirsi come semplice mezzo di trasporto da un punto di partenza ad un punto di arrivo, ma saranno un valido aiuto per ottenere informazioni sul percorso senza far calare l’attenzione posta alla guida. Non si dovranno utilizzare più gli smartphone per cercare, ad esempio, un hotel dove passare la notte oppure un distributore di benzina (con relativo prezzo praticato) dove poter fare rifornimento, perchè tutto verrà gestito attraverso i computer di bordo di nuova generazione, ancora meglio di come attualmente fanno i software di navigazione. Ovviamente l’inserimento dei parametri di ricerca avverrà grazie alla dettatura vocale o tramite i comandi al volante.

    Monitoraggio dei parametri vitali

    Ok, sembra molto fantascientifico ed altisonante scritto in questo modo, ma effettivamente è proprio quello che faranno le auto tra qualche anno. Il monitoraggio di parametri quali, ad esempio, il battito cardiaco od i livelli di glucosio, sarà possibile grazie a dei sensori posti nel sedile e/o collegati via bluetooth al proprio smartphone o tablet. In questo modo l’auto terrà automaticamente sotto controllo alcuni dei parametri che potrebbero inficiare sull’abilità di guida dell’automobilista, ed attivare un’eventuale modalità di sicurezza seguita dalla chiamata diretta dei soccorsi: tali controlli aiuteranno a ridurre significativamente il numero di incidenti causati da problemi di salute e, perchè no, di salvare delle vite.

    917

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveCuriosità Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI