Auto diesel: finito il boom

Auto diesel: finito il boom
da in Auto nuove, Blocco traffico, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Il gasolio destinato a restare in soffitta?

    C’è stato un periodo, in Italia, che il diesel stava prendendo così tanto piede che lo Stato, ingordo, bloccò questa escalation con il superbollo, tolto il quale, vista la convenienza nell’utilizzo del gasolio, rispetto alla benzina, gli italiani hanno continuato ad acquistare auto diesel, raggiungendo quota, nel 2005, del quasi 60%, cioè, erano più le auto diesel vendute, che quelle a benzina.

    Ma questo trend ha cominciato a scendere fin dallo scorso anno, stessa cosa di quanto già avvenuto e ancora in atto, anche nel 2007. I motivi della discesa sono intuibili, il prezzo del gasolio alla pompa, troppo vicino a quello della benzina, il principale; eppure, nella metà degli anni novanta, fra i due carburanti c’era un abisso che faceva si che il gasolio costasse meno della metà della allora super, tant’è che, bastava percorrere circa 20.000 chilometri all’anno e quel tanto in più che un’auto alimentata a gasolio costava rispetto ad una benzina, faceva ammortizzare, tranquillamente, i maggiori costi. Oggi non bastano neanche 100.000 chilometri all’anno…..

    Nemmeno il minor consumo di una diesel rispetto ad una benzina, oggi, giustifica l’acquisto di un’auto alimentata a gasolio, considerata l’alta tecnologia dei propulsori a benzina.

    Oggi, insomma ad acquistare un’auto diesel non si fa più un affare rispetto ad un modello a benzina, addirittura, nelle metropoli del nord, tale scelta è persino sconveniente, visto che, laddove si vuole bloccare il traffico si comincia proprio con i propulsori a gasolio, imputati, a torto, di inquinare di più.

    Dunque, destinato in soffitta il diesel in Italia, non è detto, se ne continueranno a vendere ancora, ma il boom di questo carburante, stante la politica fatta riverberatasi, poi, suoi costi del gasolio, è destinato a non godere più i fasti, per’altro meritati, di un tempo.

    325

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveBlocco trafficoMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI