L’auto elettrica più veloce al mondo: Genovation GXE al CES 2018

Il progetto di una Corvette elettrica è stato sviluppato da Genovation Cars. Produzione in vista, prezzo già fissato: hypercar con due motori per 800 cavalli e 210 km di autonomia

da , il

    L’auto elettrica più veloce al mondo: Genovation GXE al CES 2018

    Prestazioni elettriche, al CES 2018 di Las Vegas. Prima uscita mondiale, in attesa della produzione, che inizierà nel 2019, per Genovation GXE, ovvero, l’auto elettrica più veloce al mondo (il progetto NIO NP9 è ancora un concept lontano dalla produzione). Il primato di 354 km/h appartiene al progetto sviluppato partendo dalla Corvette C6. Al CES 2018, invece, scopriremo tutto della hypercar elettrica pronta a offrirsi, in tiratura limitata, solo 75 esemplari, progettata su base Corvette C7. La nuova generazione migliora i numeri della già impressionante Genovation GXE usata per sviluppare i contenuti definitivi, sempre con l’obiettivo chiaro di risultare l’elettrica più veloce al mondo e, concretamente, acquistabile. I 75 esemplari verranno offerti con un prezzo di 750 mila dollari, oltre 580 mila euro al cambio attuale, cifra che assicurerà una scheda tecnica di prim’ordine. Niente motore V8, retaggio lasciato alla Corvette classica. Genovation Cars ha sostituito l’otto cilindri con due motori elettrici, collegati a un pacco batterie migliorato rispetto all’esperienza fatta con la C6: adesso, 60 kWh per arrivare a un’autonomia di marcia superiore ai 200 km.

    Una “Covette elettrica” da 800 cavalli e 950 Nm di coppia massima, numeri migliori anche della Corvette ZR1, che si “ferma” a 765 cavalli ma può vantare 20 Nm di coppia in più grazie al V8 6.2 litri sovralimentato. Confronti che lasciano il tempo che trovano. La Genovation GXE promette prestazioni esaltanti in accelerazione, con un tempo inferiore ai 3 secondi per accelerare da zero a 100 km/h. Al CES 2018 scopriremo quanto pesa questo prodigio elettrico, sviluppato intorno al telaio idroformato in alluminio della Corvette Z06 di serie, rispetto alla quale mantiene anche la trasmissione 7 marce. Una scelta che, su un’auto elettrica, potrebbe apparire superflua. In realtà, Genovation Cars spiega come la decisione di conservare il cambio – un’elettrica potrebbe farne tranquillamente a meno, sviluppando la massima coppia motrice a zero giri – sia stata dettata dalla necessità di avere uno sviluppo metrico adeguato per raggiungere la velocità massima elevata, superiore ai 350 km/h, che è in grado di raggiungere la GXE.

    Genovation GXE

    Lo schema tecnico di Genovation GXE prevede due motori e due inverter, ciascuno a coordinare propulsore e pacco batterie. La precedente versione trasmetteva 250 kW da ciascun motore, 680 cavalli, ampiamente superati dal progetto finale.

    Diversa, la Corvette elettrica, lo è anche nel design. Il team di Genovation Cars è intervenuto personalizzando l’estetica, a partire dall’inserimento di luci a led a sottolineare l’anteriore, i profili sulla griglia. Un paraurti completamente nuovo rispetto alla Z06, con un pack aerodinamico specifico, composto dallo splitter con derive verticali davanti alle ruote. Modifiche che hanno interessato anche gli specchietti, dai bracci alla portiera più sottili e aerodinamici, in coda, invece, uno spoiler generoso, verticale, a migliorare lo schiacciamento a terra della GXE alle alte velocità. Il vezzo delle pinze dei freni verdi è un immediato richiamo all’essere green della hypercar.