Auto Euro 0, la legge di stabilità 2015 le mette fuorigioco

La legge di stabilità 2015 introduce con un emendamento il divieto alla circolazione dei mezzi con omologazione Euro 0 a partire dal 2019

da , il

    Auto Euro 0, la legge di stabilità 2015 le mette fuorigioco

    Missione: obbligare al cambio dell’auto e al rinnovo del parco veicoli circolante in Italia. Estromettendo le auto Euro 0 dalla circolazione attraverso un emendamento alla legge di stabilità 2015, si vuole raggiungere l’obiettivo di svecchiare e rendere più sicuri i mezzi per il trasporto di persone, siano essi veicoli privati o pubblici.

    Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha commentato così l’introduzione del divieto di circolazione previsto dalla manovra finanziaria: «Abbiamo il parco macchine pubbliche più obsolete d’Europa. Che circolino ancora Euro 0 in Italia vuol dire che i pullman che portano la gente hanno quasi 30 anni».

    Tra le pieghe della norma non sembrano esserci spazi interpretativi, visto che viene definito il divieto alla circolazione per tutti i mezzi adibiti al trasporto di persone con massa non superiore alle 5 tonnellate. Lupi parla di macchine pubbliche, tuttavia, se la formulazione della norma dovesse confermarsi senza escludere le autovetture private, dal 1 gennaio 2019 si dovrà dire addio alla propria auto, se immatricolata prima del 31 dicembre 1992. Resterebbe da sfruttare un dettaglio, inerente all’iscrizione del veicolo all’Asi e la definizione di auto storica, visto che quest’ultima restano escluse dal campo applicativo della norma.

    Nei quattro anni ancora che mancano prima dell’entrata in vigore della norma (sempre che il testo venga approvato in Parlamento senza ulteriori modifiche) il ministero dei Trasporti appronterà un piano di incentivazione per la sostituzione dei mezzi pubblici per il trasporto di persone di proprietà dei Comuni italiani, sostenendo il ricambio e la modernizzazione.

    Quanto ai privati, non è emersa alcuna intenzione di aiutare gli automobilisti con campagne di rottamazione.