Auto inquinanti, la Svizzera ne blocca l’accesso

Auto inquinanti, la Svizzera ne blocca l’accesso

La Svizzera sta per mettere a punto un progetto di legge che prevede il blocco alla circolazione per le vetture più inquinanti

da in Blocco traffico, Curiosità Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    semaforo

    La Svizzera potrebbe mettere al bando le auto inquinanti e non farle entrare nel proprio territorio nazionale. È quello che emerge dalla volontà del Ministero dell’Ambiente del Paese dei Cantoni, dove è al vaglio una normativa che consenta di catalogare i veicoli a motore in base alle loro emissioni inquinanti. Sarebbe una vera e propria svolta di carattere ambientalista che una nazione europea metterebbe sul tavolo. La Svizzera, così facendo, creerebbe delle isole verdi all’interno del suo territorio, percorribili solo da auto di ultima generazione, con motori poco inquinanti.

    Il ministero svizzero metterebbe a punto dei semafori mirati per bloccare l’accesso a tutti quei veicoli che hanno un tasso di Co2 al di sopra del limite minimo consentito. Si tratta di un progetto di legge che prevede una normativa molto rigida, con l’introduzione di contrassegni che consentono di suddividere le autovetture in diverse categorie.


    Le autorità dei Cantoni, in seguito, possono stabilire, di volta in volta, a quali veicoli consentire l’accesso al territorio. Le autovetture con alte emissioni inquinanti, come ossidi di azoto o polveri sottili, potrebbero venire bandite per sempre dalle zone verdi. Il progetto di legge prevede che ci siano quattro tipi di contrassegno: quello nero, per i veicoli molto inquinanti; quello grigio, per i veicoli con un tasso d’inquinamento inferiore.

    Poi quello bianco ed, infine, quello dorato, contrassegno riservato a quella categoria di autoveicoli che producono le minori emissioni inquinanti ed i veicoli ad alimentazione elettrica. Se il progetto venisse approvato, la Svizzera diventerebbe una nazione all’avanguardia nel settore del controllo atmosferico, con particolare riguardo al parco automobilistico.

    325

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoCuriosità AutoMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI