Auto Intelligente: è realtà

da , il

    Auto Intelligente

    Le auto dialogano fra di loro con un sistema rappresentato da una banda di frequenza europea e con essa si scambieranno le diverse informazioni a proposito della gestione del traffico, per far ciò saranno i prossimi sei mesi quelli utili affinchè la UE destinerà 30 MHZ da diffondersi in tutto il territorio del Vecchio Continente, ciò in ossequio alle norme più elementari della sicurezza stradale.

    Stravolgente, interessantissimo e, soprattutto utilissimo il sistema che funziona in questo modo; supponiamo, ad esempio, che un?auto individua per terra una pericolosa macchia d?olio, ma potrebbe anche essere una estesa buca o un qualsiasi ostacolo che rappresenta un pericolo per gli altri veicoli. Ebbene, tramite la banda radio viene trasmesso il messaggio di pericolo a tutti gli altri utenti e non solo, se il pericolo è veramente tale, tramite la radio si inoltrerà un blocco per l?intera circolazione.

    La decisione odierna rientra nella campagna “Automobile intelligente” avviata nel 2006 per l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella sicurezza stradale e “costituisce un passo decisivo – ha detto la commissaria europea per le telecomunicazioni Viviane Reding – per conseguire l’obiettivo di ridurre gli incidenti stradali”.

    “Non dobbiamo dimenticare inoltre – ha detto Reding – che i conducenti europei trascorrono negli ingorghi il 24% del loro tempo di guida con costi che nel 2010 potrebbero raggiungere gli 80 miliardi di euro. In parole povere il risparmio di tempo consentito dai sistemi intelligenti di comunicazione tra i veicoli significa risparmio di denaro”.