Auto le Mans: render dei prototipi del futuro [FOTO]

Ecco a voi alcuni fantastici render di come potrebbero essere le auto di le Mans per il prossimo futuro

da , il

    Il mondo ha bisogno di visionari, di giovani che immaginano il futuro e riescono a concretizzarlo, sia pure virtualmente (ma ormai con i mezzi attuali possiamo quasi “toccare” queste creazioni). L’ultimo rendering del quale vi parliamo è frutto di studenti olandesi, che hanno dato vita a quella che, secondo la loro immaginazione, potrebbe essere un prototipo di classe LMP1 del futuro: diamo il benvenuto alla InMotion IM01.

    Il fulcro centrale della faccenda è che tutto ruota attorno all’ibrido. Questo leitmotiv ha colpito anche un gruppo di studenti olandesi della Technical University od Eindhoven, che con la InMotion IM01 hanno presentato una loro interpretazione di come potranno essere i prototipi della classe LMP1 entro il 2017.

    Sostanzialmente la spinta arriva dall’elettricità. Quest’auto, hanno spiegato gli ideatori, è mossa da quattro motori elettrici indipendenti, ognuno dei quali lavora direttamente su una ruota per fornire la spinta necessaria. A questi è collegato anche un sistema di recupero dell’energia in frenata, in modo tale da ricaricare (in parte) le batterie grazie all’energia termica che si sviluppa in frenata….aumentando così l’efficienza complessiva del propulsore. Ma noi abbiamo parlato di ibrido, ed infatti l’interpretazione della futura LMP1 sarà dotata anche di un motore termico, che servirà come generatore di elettricità e, quindi, come range extender.

    Come ogni veicolo a propulsione prevalentemente elettrica, il lavoro di fino è stato fatto sulla riduzione del peso e sull’aerodinamica, fattori cruciali per garantire un’autonomia sufficiente. Il corpo vettura fa largo utilizzo della fibra di carbonio, così da essere leggera ma resistente allo stesso tempo, mentre l’aerodinamica è stata ottimizzata al massimo sia grazie alle numerosi appendici nei “punti caldi” sia….coprendo le ruote (solitamente generano uno scompenso aerodinamico non indifferente le ruote scoperte, ndr). A chiudere il quadro di un profilo e di una sezione frontale mantenuta quanto più “pulita” possibile, è la mancanza di specchietti retrovisori: al loro posto sono state inserite delle telecamenre nella carrozzeria, così da evitare la resistenza fisica di due appendici supplementari.