Auto sotto i 10.000 euro 2017: le migliori più convenienti ed economiche [FOTO]

Se siete alla ricerca di un'auto economica a meno di 10.000 euro 2017 le opzioni sono diverse. La classifica delle migliori nuove auto sotto i 10.000 euro, le più convenienti in vendita sul mercato in Italia

da , il

    Oggi vogliamo toccare la tematica delle auto sotto i 10.000 euro 2017. Le migliori in vendita le abbiamo raccolte in questa classifica, tenendo presente che il prezzo di listino è una cosa, il prezzo che effettivamente andiamo a pagare per la nuova auto è un altro. Non sono molte, infatti, le vetture che di listino partono da meno di 10.000 euro, tuttavia contando gli sconti che ci sono sempre in concessionaria o le promozioni e offerte stagionali proposte dai costruttori, allora la lista si amplia facilmente. La quasi totalità delle auto sotto i 10.000 euro è una citycar, ma non mancano delle sorprese. Vi serve un’auto più grande, ma avete un budget di massimo 10.000 euro? Analizziamo tutte le possibilità in vendita: ecco a voi le auto più economiche e convenienti sul mercato.

    7. Citroen C1

    Cominciamo dal prezzo più vicino ai 10.000 euro che ci siamo imposti come limite massimo. La Citroen C1, la citycar della casa francese, parte da 9.950 euro in versione Live, equipaggiata con il motore 1.0 tre cilindri benzina VTi da 69 CV (51 kW) a 6000 giri/min e 95 Nm a 4800 giri/min di coppia. Cambio manuale a cinque marce per lei, mentre le prestazioni sono adeguate per una vettura da città: velocità massima di 160 km/h ed accelerazione da 0 a 100 km/h in 13 secondi. Le dimensioni sono ideali per chi deve usare l’auto in città: lunghezza di 347 centimetri, larghezza di 162 cm, altezza di 146 cm e passo di 234 cm. Bene, il prezzo è molto interessante, però tenete presente che la dotazione è molto scarna sulla Live: il climatizzatore manuale si paga a parte, ad esempio.

    LEGGI ANCHE: Nuova Citroen C1: prova su strada, prezzi e motori [FOTO e VIDEO]

    6. Dacia Dokker

    L’avevamo detto prima e ora lo ribadiamo: non sono tutte piccole le auto a meno di 10.000 euro 2017. L’esempio migliore è la Dacia Dokker, la multispazio della casa rumena del gruppo Renault. Le dimensioni parlano chiaro: lunghezza di 436 centimetri, larghezza di 175 cm, altezza di 181 cm e passo di 281 cm. Il tutto con un bagagliaio che va da un minimo di 800 litri, fino ad un massimo di 3000 litri. La Dacia Dokker 1.6 8V S&S parte da 9.900 euro e monta un motore benzina da 100 CV (75 kW) a 5000 giri/min e 134 Nm a 2800 giri/min di coppia. Dotata di un cambio manuale a cinque marce, raggiunge una velocità massima di 159 km/h ed accelera da 0 a 100 km/h in 13,7 secondi. Anche in questo caso è doveroso segnalare che al prezzo di listino ci si porta a casa una dotazione di accessori molto scarna: mancano sia il climatizzatore che gli alzacristalli elettrici anteriori.

    LEGGI ANCHE: Dacia Dokker 2017: prezzi, dimensioni e scheda tecnica del multispazio low-cost [FOTO]

    5. Ford Ka+

    Anche se il nome ha acquistato solo un “+”, rispetto alla Ford Ka normale la Plus ha diverse differenze. A partire dalle dimensioni, che si avvicinano a quelle di una segmento B. La Ford Ka+ ha una lunghezza di 393 centimetri, una larghezza di 170 cm, un’altezza di 152 cm ed un passo di 249 cm. La Ford Ka+ 1.2 Ti-VCT benzina da 71 CV (52 kW) a 6000 giri/min e 105 Nm a 4000 giri/min parte da 9.750 euro. Monta un cambio manuale a cinque marce ed è in grado di raggiungere una velocità massima di 159 km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 15,3 secondi. Il bagagliaio ha una capienza minima di 270 litri, che possono salire fino a 730 litri. Purtroppo anche in questo caso è doveroso segnalare la dotazione del tutto scarna, che dev’essere integrata con diversi optional essenziali.

    LEGGI ANCHE: Nuova Ford Ka+ prova su strada: prezzo, dimensioni e allestimenti [FOTO]

    4. Suzuki Celerio

    La citycar della casa giapponese si chiama Suzuki Celerio ed è proposta ad un prezzo molto conveniente: di base è di 8.990 euro. Per questo prezzo ci si porta a casa la versione 1.0 L tre cilindri in linea a benzina, con una potenza di 68 CV (50 kW) a 6000 giri/min ed una coppia di 90 Nm a 3500 giri/min, con cambio meccanico a cinque rapporti. Con questo motore la Celerio accelera da 0 a 100 km/h in 14 secondi e raggiunge una velocità massima di 155 km/h. Anche in questo caso, però, la dotazione non è completa e dev’essere integrata. Le dimensioni si confermano a prova di città: lunghezza di 360 centimetri, larghezza di 160 cm, altezza di 154 cm ed passo di 243 cm. Il bagagliaio ha una capienza minima di 254 litri, che possono salire fino a 726 litri abbattendo il divanetto posteriore.

    LEGGI ANCHE: Suzuki Celerio: motori, dimensioni, scheda tecnica e prezzi [FOTO e VIDEO]

    3. Dacia Logan MCV

    La Dacia Logan MCV è la station wagon più economica del marchio rumeno del gruppo Renault. Un’auto dalle dimensioni a prova di famiglia: lunghezza pari a 449 centimetri, larghezza di 173 cm, altezza di 152 cm e passo di 263 cm. L’abitabilità interna è valida ed il bagagliaio è molto capiente, con un valore minimo di 573 litri, che possono arrivare fino ad un massimo di 1518 litri. Lo stile è simile a quello della Sandero, con un forte family feeling con gli ultimi modelli della casa: le forme sono semplici e pulite e fatte per piacere a tutti. Con il recente restyling sono anche arrivati i LED per le luci diurne, che rendono più moderno l’aspetto. La versione base costa 8.700 euro, ma bisogna subito far notare che manca il climatizzatore nell’allestimento entry-level e addirittura non è disponibile come optional. Questa versione monta il motore 1.0 tre cilindri SCe 12V da 73 CV (54 kW) a 6300 giri/min e con una coppia di 97 Nm a 3500 giri/min. Accelerazione 0-100 km/h in 14,7 secondi e velocità massima di 158 km/h. Per 9.700 euro si può avere la Ambiance, con lo stesso motore, che per 500 euro in più può montare il climatizzatore manuale.

    LEGGI ANCHE: Dacia Logan MCV 2017: prezzo e caratteristiche, si parte da 8.700 Euro [FOTO]

    2. DR Zero

    La DR Zero è la citycar della casa italo-cinese, che realizza auto con una partnership con la casa automobilistica cinese Chery Automobile. Lo stile cerca di puntare sulla simpatia e vuole distinguersi dalla massa, mentre le dimensioni sono perfettamente allineate con la media del segmento A: lunghezza di 356 centimetri, larghezza di 160 cm, altezza di 152 cm e passo di 234 cm. Il bagagliaio ha una capienza minima di 180 litri, mentre abbattendo i sedili posteriori saliamo fino a 700 litri. La gamma ruota attorno ad un motore 1.0 benzina (anche bifuel benzina/GPL) tre cilindri da 69 CV (51 kW) a 6000 giri/min e 93 Nm a 3500 giri/min, con cambio manuale a cinque marce. Il listino parte da 8.480 euro e praticamente tutte le versioni costano meno di 10.000 euro. In questo caso, però, la versione base ha già di serie il climatizzatore, la radio CD ed MP3, i cerchi in lega, i fendinebbia ed i sensori di parcheggio posteriori.

    1. Dacia Sandero

    La Dacia Sandero è l’auto con il prezzo di listino più economico di tutto il mercato. Parliamo di appena 7.450 euro, con i quali ci si porta a casa la versione entry-level con il motore 1.0 tre cilindri SCe 12V da 73 CV (54 kW) a 6300 giri/min e con una coppia di 97 Nm a 3500 giri/min. Con questo motore la Sandero accelera da 0 a 100 km/h in 14,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 158 km/h. In questo caso valgono le stesse identiche considerazioni fatte anche per la Logan MCV: il modello base non può avere il climatizzatore nemmeno come optional. Il prezzo di listino sale a 8.150 euro per la versione Ambiance (climatizzatore optional a 500 euro) oppure a 9.450 euro per la versione Lauréate (climatizzatore e Media Nav Evolution di serie). Le dimensioni: lunghezza di 406 centimetri, larghezza di 173 cm, altezza di 152 cm e passo di 259 cm. Il bagagliaio, invece, ha una capienza che spazia da un minimo di 320 fino ad un massimo di 1200 litri.

    LEGGI ANCHE: Dacia Sandero 2017: prezzi, motori, interni e prova su strada [FOTO]

    Le alternative a km/0 o scontate

    C’è da dire che fino ad ora abbiamo parlato di prezzi di listino, ben diversi dal prezzo reale che effettivamente andiamo a pagare al momento dell’acquisto. Infatti i concessionari propongono sempre delle buone percentuali di sconto, senza contare le numerose promozioni che propongono continuamente un po’ tutte le case. Considerando gli sconti, le auto a meno di 10.000 euro sono molte di più: Fiat Panda, Fiat Punto, Skoda Citigo, Volkswagen Up! e molte altre si aggiungono alla lista.

    Poi c’è il capitolo delle auto a km/0, auto che i concessionari immatricolano e che rivendono (come vetture di seconda mano) a prezzi stracciati, pure essendo nuove al 100%. Ad esempio con un budget di 10.000 euro non è difficile trovare le Fiat Panda. E non solo a benzina: anche GPL o diesel si trovano alcune volte sotto questa fatidica soglia. Oppure un’altra auto molto interessante facilmente reperibile come km/0 sotto ai 10.000 euro è la Ford Fiesta a benzina, un’utilitaria di segmento B dallo stile piacevole e dallo spazio interno apprezzabile.

    LEGGI ANCHE: Fiat Panda MY 2017: motori, prezzi e dimensioni dell’aggiornamento [FOTO]

    Il mercato dell’usato

    Se siete alla ricerca di un’auto di categoria decisamente superiore, ma volete spendere meno di 10.000 euro, allora l’unica alternativa è il mercato dell’usato. Con 10.000 euro di budget massimo è possibile avere un’ampia scelta: possiamo trovare auto di segmento C abbastanza recenti e con pochi km, così come auto più grandi ma un po’ più sfruttate. Ad esempio non è difficile trovare una Ford Focus (sia berlina che station wagon), con età compresa tra i 3 e i 5 anni e nemmeno troppi chilometri sulle spalle, sia benzina che diesel. Qualcosa di più grande? Ad esempio la Renault Laguna (che si trova principalmente station wagon), si trova facilmente sotto ai 10.000 euro. Ovviamente con qualche chilometro in più, ma nemmeno troppi.

    In realtà le auto usate possono essere anche una buona strada da percorrere anche se volete un’auto piccola, ma vi piace l’idea di averla ben accessoriata. Come abbiamo visto, le auto nuove che di listino costano sotto i diecimila euro hanno sempre (o quasi) una dotazione ridotta all’osso. Per un prezzo simile troviamo, invece, un usato equivalente, ma con molti più accessori generalmente. In generale, quindi, la selezione, nel caso dell’usato, è decisamente ampia. Attenzione, però, alle fregature…