Auto sportive al Salone di Detroit 2014: tutte le novità [FOTO]

Auto sportive al Salone di Detroit 2014: tutte le novità [FOTO]

Il primo salone automobilistico dell’anno è stato la passerella ideale per il lancio delle prime novità del 2014

da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2014, Auto nuove, Auto sportive, Salone auto, Salone di Detroit 2017
Ultimo aggiornamento:

    Il primo salone automobilistico dell’anno è stato la passerella ideale per il lancio delle prime novità del 2014. Ovviamente stiamo parlando del NAIAS, il Salone di Detroit 2014, che si è rivelata l’occasione ideale per svelare al pubblico tante auto sportive, provenienti dai costruttori un po’ di tutto il mondo. Ce n’è per tutti i gusti, dalle più economiche e popolari come la Mini John Cooper Works, alle più elitarie come BMW M3 ed M4 o la Porsche 911 Targa. Quello che c’è da dire è che non abbiamo potuto ammirare niente dall’Italia, che è stata un po’ una grande assente a Detroit. Al di là di questo gli appassionati non possono certo definirsi scontenti vista l’abbondanza di proposte, che adesso andiamo a scoprire una ad una.

    BMW M3 ed M4

    Immagini dal Salone di Detroit 2014 per le nuove sportive di casa BMW, le M3 ed M4 2014. Lo stile è comune per le due versioni: la vera differenza sta solo nel numero di porte, due per la M4 e quattro per la M3. Esattamente la stessa differenza che si può trovare tra una normale BMW Serie 3 ed una Serie 4. Passando ai dati tecnici, le due versioni sono accomunate dalla stessa meccanica. Sotto al cofano di entrambe batte il nuovo propulsore da 3.0 litri sei cilindri in linea TwinPower Turbo con doppia sovralimentazione. La potenza sviluppata è di 431 cavalli, con una coppia massima di 550 Nm, capaci di tenere il passo con il vecchio V8 della generazione passata, ma allo stesso tempo riducendo consumi ed emissioni nocive grazie al downsizing. Le prestazioni prevedono una velocità massima autolimitata a 250 km/h (280 km/h con l’apposito kit performance), con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi.

    Chevrolet Corvette Z06

    È la più potente Corvette mai prodotta, merito del V8 con compressore volumetrico da 6.2 litri, in grado di erogare 625 cavalli. Quanto alla trasmissione si potrà scegliere tra un manuale sette marce con funzione doppietta oppure un nuovo automatico 8 marce prodotto da GM e con paddles dietro al volante. Altre note tecniche da segnalare sono il differenziale autobloccante e il telaio interamente in alluminio, lo stesso portato al debutto sulla Stingray. La Chevrolet Corvette Z06 sfoggia anche un tetto in fibra di carbonio asportabile, per una duplice configurazione coupé/targa. Parlando del design, già a prima vista possiamo apprezzare il lavoro svolto dai designer per renderla più unica ed accattivante. Il frontale sfoggia un nuovo scudo paraurti con splitter inferiore in fibra di carbonio, che si raccorda perfettamente al bordino che circonda gli archi delle ruote. Il cofano è bicolore, con una presa d’aria al centro, mentre nelle fiancate la matita dei progettisti ha coinvolto le nuove minigonne e le prese d’aria aggiuntive.

    Ford Mustang

    La nuova Ford Mustang 2014, il modello che dovrà conquistare anche il pubblico europeo, è stata svelata nelle sue forme definitive, quelle della coupé Fastback e della Convertible. Sguardo cattivo quello sul muso, con tratti della concept car Evos riportati in particolare sui gruppi ottici. Quanto ai motori, il 5.0 litri V8 è il miglior esempio di potenza spensierata, forte dei suoi 436 cavalli e 528 Nm di coppia. Ma la Mustang dovrà piacere anche al pubblico europeo (e italiano), quindi monterà anche un compatto quattro cilindri turbo Ecoboost 2.3 litri di cilindrata con 309 cavalli di potenza, assistiti da 407 Nm di coppia. Il terzo cuore che la generosa Mustang 2014 offre in alternativa è un V6 da 3.7 litri, con 300 cavalli e 365 Nm di coppia.

    Infiniti Q50 Eau Rouge

    La Infiniti Q50 Eau Rouge andrà a rappresentare il top prestazionale nella gamma, quel che le versioni M sono per BMW e AMG per Mercedes. Sceglie la strada altamente evocativa di una curva storica nel mondiale di Formula 1, la Eau Rouge di Spa Francorchamps, una volta sfida per piloti veri, oggi difficilissima compressione da fare al massimo ma con le “agevolazioni” di monoposto più “facili” da portare al limite. Sfrutta così il collegamento tra prodotto e competizioni la Infiniti. Monterà un motore sei cilindri a V da 3.7 litri di cilindrata, sovralimentato con turbocompressore e con una potenza che dovrebbe attestarsi intorno ai 500 cavalli.

    I tratti salienti dello stile e le modifiche rispetto alla Infiniti Q50 attualmente sul mercato, sono stati pensati per enfatizzare lo spirito corsaiolo.

    Lexus RC F

    Nel mirino della Lexus RC F ci sono le varie BMW M4, Audi RS5 e Mercedes-Benz C63 AMG Coupé e, per quanto riguarda anche il mercato americano, la Cadillac ATS V Coupé. Il motore è un nuovo 5.0 litri V8 con 32 valvole. Questa unità è un vero gioiello di tecnologia, dato che combina due cicli: l’Atkinson per l’andatura a velocità di crociera (lo stesso impiegato sulle ibride), mentre il ciclo Otto per tutte le altre condizioni di guida. Questo si traduce, ovviamente, in un risparmio in termini di consumo di carburante ed emissioni nocive. Il cinquemila offre le prestazioni che ci si aspetta da una potenziale rivale della BMW M4, garantite da ben 450 cavalli di potenza massima e 519 Nm di coppia.

    Mercedes Benz GLA 45 AMG

    Il motore è quello dei record, 2.0 litri turbo benzina da 360 cavalli e 450 Nm di coppia, che oltre a permettere prestazioni elevatissime, consente di combinarle con dei consumi relativamente contenuti: parliamo di 7,5 litri/100 km. La Mercedes Benz GLA 45 AMG può raggiungere una velocità massima di 250 orari limitati elettronicamente, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 4.5 secondi. Stilisticamente la nuova sportiva si caratterizza per un frontale dominato dal paraurti sportivo con ampie prese d’aria ai lati, griglia a nido d’ape e uno splitter (optional) anche in fibra di carbonio, al pari delle minigonne e degli specchietti retrovisori.

    Mini John Cooper Works 2014

    Cambia decisamente il look rispetto alla Cooper la nuova Mini John Cooper Works 2014, enfatizzato da una tinta carrozzeria che riprende colore e trattamento dell’alluminio spazzolato, soluzione specifica per la variante concept car. Lungo la fiancata le minigonne si fanno più sporgenti e anche qui vengono sottolineate dal bordo sottoporta rosso, mentre i cerchi in lega cinque razze da 18 pollici riprendono una soluzione già vista sull’attuale Mini in vendita. Il motore che troveremo sotto al cofano sarà il 2.0 litri turbo benzina impiegato per la Cooper S in versione 184 cavalli. Facile prevedere uno step di potenza che riprenda quanto già offerto su altri modelli BMW dalla stessa unità. Azzardiamo un numero: 230 cavalli.

    Porsche 911 Targa

    La nuova Porsche 911 Targa fa bella mostra di sè al NAIAS 2014. Oltre all’appagamento estetico, la soluzione del tetto asportabile ha un importante vantaggio rispetto a una cabrio: riduce la necessità di interventi di irrigidimento della scocca, potendo contare su un rollbar nel punto cruciale per il telaio e la dinamica di marcia. La nuova Targa avrà una capote in tessuto con struttura in magnesio e azionamento elettrico, pensata per nascondersi dietro ai sedili (operazione che avviene in 19 secondi e solo da fermo) e lasciare guidatore e passeggero con i capelli al vento. Verrà proposta come 911 Targa 4 con motore sei cilindri boxer 3.4 litri da 350 cavalli e nella variante Targa 4S, in grado di assicurare 400 cavalli.

    Subaru WRK STI

    La Subaru WRX STI si presenta al Salone di Detroit 2014 con un vestito decisamente sportivo e corsaiolo, anche se non mancano le perplessità su un frontale a nostro avviso anonimo e dimesso rispetto a quanto aveva saputo trasmettere la WRX Concept. Oltre al motore potenziato, la STI sfoggerà freni maggiorati e un assetto più rigido. La dinamica di marcia viene supportata dalla trazione integrale permanente, con ripartizione della coppia 41:59 e la possibilità di variare il bilanciamento sia attraverso programmi predefiniti che manualmente, operando su sei step pensati per specifiche condizioni di guida e terreno.

    Toyota FT-1

    Torna a dedicarsi alle sportive Toyota e lo fa con il concept FT-1, presentato al Salone di Detroit 2014. Acronimo di Future Toyota, la FT-1 prefigura la possibile evoluzione di un prodotto dalle alte prestazioni, che potrebbe venir sviluppato congiuntamente con BMW. Al momento resta una show car, pronta per il mondo virtuale visto che sarà disponibile come contenuto da scaricare per i possessori del simulatore di guida Gran Turismo 6.

    Volkswagen Golf R

    La media tira fuori i muscoli: la Volkswagen Golf R è la più cattiva e sportiva Golf di sempre. Parlando di prestazioni, la Volkswagen Golf 7 R 2014 è equipaggiata ancora una volta con il 2.0 litri quattro cilindri turbo benzina, aggiornato fino a toccare quota 300 cavalli. Lo stesso propulsore montato sulla nuova Audi S3. La coppia motrice, invece, raggiunge i 380 Nm. Le prestazioni sono ancora più elevate rispetto al precedente modello: l’accelerazione da 0 a 100 km/h è bruciata in soli 4,9 secondi (5,1 secondi quella manuale), mentre la velocità massima è limitata dall’elettronica a 250 km/h. C’è ancora una volta la trazione integrale 4×4 4Motion, mentre è anche possibile scegliere tra il cambio manuale a sei marce ed il doppia frizione DSG.

    1753

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAnticipazioni AutoAuto 2014Auto nuoveAuto sportiveSalone autoSalone di Detroit 2017
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI