NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Auto Toyota, le vendite sono in forte calo

Auto Toyota, le vendite sono in forte calo

L'industria automobilistica giapponese è in crisi e anche la Toyota rischia il primato, a marzo le vendite dei costruttori giapponesi sono scese

da in Mercato Auto, Mondo auto, Toyota
Ultimo aggiornamento:

    toyota vendite auto

    L’industria giapponese è in crisi e anche la Toyota rischia il primato, a marzo le vendite dei principali costruttori giapponesi sono crollate. Secondo le previsioni, a fine anno, nella classifica delle vendite globali, la Toyota sarà superata dalla General Motors e della Volkswagen. La Toyota è il primo costruttore al mondo, ma potrebbe essere scalzata a causa delle conseguenze del terremoto e dello tsunami che ha investito il Giappone: a marzo la produzione per il mercato interno è scesa del 62,7%.

    Secondo Adavance Research Japan, una società di consulenza finanziaria, quasi certamente la Toyota perderà il titolo di primo costruttore al mondo, che detiene dal 2008. Rispetto alle oltre 8,4 milioni di vetture vendute l’anno scorso, la Toyota dovrebbe fermarsi a quota 6,5 milioni nel 2011. Un numero che la farà scendere al terzo posto. Stando a quanto previsto da diversi analisti finanziari il colosso giapponese chiuderà a marzo 2012 l’anno finanziario con un profitto di circa 2,3 miliardi di euro contro i 6,7 miliardi del 2010. Secondo le analisi finanziarie della Korea Investment & Securities di Seoul, la Hyundai e la Kia saranno i principali beneficiari della crisi del settore auto in Giappone. La Hyundai potrà inserirsi nella fascia più alta di mercato, mentre la Kia avrà la capacità di espandere le proprie esportazioni.

    Nel 2010 il gruppo coreano ha chiuso al 5° nella classifica dei costruttori che vendono di più al mondo.

    Quello della Toyota è un destino toccato anche alla Nissan, con il -52,4% e alla Honda con il -62,9%. Tanto che al momento i costruttori giapponesi non hanno previsioni certe su quanto l’attuale stato di crisi peserà sui bilanci del 2011. Secondo alcuni analisti finanziari, ci sarà una concreta ripresa dopo l’estate, ma altri dicono solo a fine anno. A pesare sulle sorti è stata l’interruzione della fornitura di componenti, che influenza la produzione anche di alcuni stabilimenti in Europa, Nord America e Asia.

    362

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mercato AutoMondo autoToyota
    PIÙ POPOLARI