Autostrade: un’altra grande infrastruttura

Morale, parliamo di un’autostrada di poco meno di 400 chilometri con ponti e viadotti fra i più moderni e visto l’elaborato tracciato, non ci stupiamo di accorgerci che le gallerie si dispiegano per 51 chilometri, mentre i ponti ed i viadotti per circa 140 chilometri

da , il

    autostrade orte mestre

    Pensavamo che l?opera infrastrutturale più importante che si potesse fare in Italia fosse il Ponte sullo Stretto? a quanto pare così non è, il nastro stradale che dovrebbe unire le due regioni più a sud d?Italia, la Calabria e la Sicilia a quanto pare è meno importante dell?Autostrada Orte-Mestre, almeno per l?Anas che attribuisce al fatto di poter collegare il Nord Est d?Italia con parte del resto d?Europa, insomma una prosecuzione del corridoio transeuropeo.

    Caratteristica di questa autostrada è il fatto di attraversare cinque regioni italiane, Lazio; Umbria; Toscana; Emilia Romagna; e Veneto e ancora 11 province con poco meno di 50 comuni. “La semplice rappresentazione geografica di questa opera rende comprensibile quanto sia alto il livello di interconnessione territoriale che è chiamato a gestire, ma rende anche l’idea della complessità e dell?articolata serie di procedure, autorizzazioni, concessioni che questo progetto deve affrontare”, ha detto Ciucci.

    Morale, parliamo di un?autostrada di poco meno di 400 chilometri con ponti e viadotti fra i più moderni e visto l?elaborato tracciato, non ci stupiamo di accorgerci che le gallerie si dispiegano per 51 chilometri, mentre i ponti ed i viadotti per circa 140 chilometri, mentre nei due lati delle carreggiate insistono qualcosa come 15 aree di servizio oltre ad un sistema di video sorveglianza che motorizza il traffico e le condizioni di pericolo. Il pedaggio è possibile infine corrisponderlo mediante normali caselli o particolari piste di Telepass.

    Ricordiamo che per realizzare l?opera lo stanziamento previsto è stato di poco meno di dieci milioni di euro.