Autovelox che controlla targhe, infrazioni, assicurazioni e revisione: ecco Scout Street

Autovelox che controlla targhe, infrazioni, assicurazioni e revisione: ecco Scout Street
da in Autovelox e Tutor, Codice della strada, Consigli e Guide, Multe
Ultimo aggiornamento: Lunedì 13/04/2015 15:39

    Scout Street

    Dietro a questo nome, Scout Street, si nasconde un vero e proprio Grande Fratello, una sorta di occhio elettronico che vigila ed osserva cosa accade attorno. Si tratta di un innovativo sistema al debutto a Cesena, dove la Polizia Municipale locale sarà dotata sulle proprie vetture di pattuglia di questa sorta di telecamera/fotocamera, utilizzata per l’appuntio per il controllo della situazione circostante. Scout Street controlla innanzitutto le targhe delle vetture e, grazie al collegamento in tempo reale con il portale della Motorizzazione Civile, riesce subito a stanare i “furbetti” che non hanno rinnovato l’assicurazione.

    Controlli approfonditi

    Ma non finisce qui, perchè grazie al numero di targa il sistema elettronico può anche capire se la vostra auto sia in regola o meno con la revisione periodica. Grazie al collegamento con la Motorizzazione, la pattuglia riceve in breve tempo un feedback circa le caratteristiche del veicolo e, qualora fosse necessario, si possono condividere queste informazioni acquisite anche con altre pattuglie.

    Un’altra funzione molto importante di Scout Street è la possibilità di fotografare letteralmente le infrazioni, leggi le vetture in divieto di sosta in primis, e di permettere di notificare la multa al proprietario nel giro di pochi giorni, senza il bisogno di lasciare il classico foglio di preavviso sul parabrezza. In questo modo si potrà porre un freno al comportamento irrispettoso e molesto di tanti automobilisti cesenati, che tendono a parcheggiare la propria vettura su piste ciclabili, marciapiedi o passi carrabili come prassi quotidiana. Nelle città in cui questo sistema è stato già testato ed è ufficialmente operativo ha dato frutti molto positivi, dato che una contestazione è pressocchè impossibile con un sistema simile che accerta con tanto di fotografia l’infrazione. Precisiamo, infine, che lo Scout Street funziona sia di giorno che di notte, indistintamente.

    La parola del Sindaco

    Paolo Lucchi, sindaco della città, ha così commentato: “questa applicazione è la migliore dimostrazione di come le nuove tecnologie possano mettersi al servizio di una maggiore sicurezza. Infatti, per quanto riguarda il controllo della sosta, si farà ricorso a questo sistema soprattutto per i casi che, come ormai giornalmente i cesenati ci segnalano, più creano pericolo ed intralcio alla circolazione: auto parcheggiate su piste ciclabili e marciapiedi, negli incroci, nelle zone riservate a disabili e ai bus ecc. A beneficiare di questi maggiori controlli saranno senz’altro le categorie più deboli, a cominciare dai pedoni e ciclisti”.

    “Va letto nel segno della sicurezza anche l’altra funzione del sistema, cioè quella di verifica automatica di assicurazioni e revisioni. Infatti, se un veicolo in regola con la revisione il suo buon funzionamento è, per così dire, “certificato”, mentre sono evidenti i rischi che si corrono se si subiscono danni a causa di un’auto senza assicurazione”, ha continuato. “L’obiettivo, infatti, non è fare più multe, ma creare una circolazione a misura d’uomo, dove vengano evitati quei comportamenti antipatici, che compromettono la vivibilità e la sicurezza dei cittadini”, ha concluso il Sindaco.

    553

    ARTICOLI CORRELATI